Milan Ancelotti: l’ex allenatore del Bayern ha svelato oggi il suo futuro

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
ancelotti

Milan Ancelotti, periodo di pausa per l’ex tecnico rossonero?

A pochi giorni dall’esonero dalla guida del Bayern Monaco è tornato a parlare Carlo Ancelotti: l’ex tecnico, tre le altre, di Real Madrid, PSG e Milan ha fatto il punto sul proprio futuro allontanando, almeno, per il momento le voci che lo vorrebbero tra i papabili sostituti di Montella in caso di prolungata crisi della squadra rossonera.
L’occasione è stata data da un evento molto significativo a livello simbolo: Ancelotti si trova a Gerusalemme  su invito della Ong “Assist for peace”, che gli ha organizzato un incontro nel campo di calcio del patriarcato armeno con bambini cristiani, musulmani ed ebrei. In occasione di questo evento ha parlato anche di Milan Ancelotti intervistato dai giornalisti locali. Per i tifosi della squadra rossonera è arrivata una doccia fredda in merito al possibile interesse da parte dell’ex tecnico del Milan di un suo ritorno immediato sulla panchina milanista. Il futuro di Ancelotti, almeno per ora, non sarà su una panchina di calcio.

Leggi anche:  Carlo Pellegatti difende a spada tratta il Milan: "Non si tiene conto assolutamente che giochiamo mediamente con sei, sette assenti"

Milan Ancelotti da Gerusalemme allontana le voci di un ritorno

” Per i prossimi dieci mesi non allenerò – ha dichiarato Ancelotti -, quindi per il momento non ci saranno altre squadre. Sull’esonero meglio tacere , dico soltanto che sono molto lieto di essere qui. E’ un impegno che volevo assolutamente mantenere. I bimbi sono il nostro futuro”

Poche parole ( probabilmente anche di circostanza) ma che allontanano ogni ipotesi di un immediato ritorno in sella di Ancelotti: dopo l’esonero dal Bayern Monaco il tecnico si prenderà una pausa, un po come successo nel 2015 dopo l’esperienza al Real Madrid, durante la quale Ancelotti valuterà con attenzione quale sarà la sua nuova esperienza da allenatore. Oltre al Milan sono tante altre le voci sul futuro del tecnico: Cina in primis ma anche un ritorno in Inghilterra dopo l’esperienza sulla panchina del Chelsea o un più difficile nuovo approdo al Milan.
Quest’ultima ipotesi potrebbe, però, avere un’importante accelerata in caso disfatta di Montella nel prossimo derby contro l’Inter: una nuova sconfitta potrebbe comportare decisioni drastiche da parte della società rossonera che potrebbe provare a fare un tentativo per riportare in Italia l’indimenticato tecnico dei grandi successi milanisti del recente passato.

  •   
  •  
  •  
  •