Milan, Sarri: “Io in rossonero? Sarei durato poco”

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui
Milan Sarri sarei durato poco Inter solida Juve favorita

Milan Sarri sarei durato poco

In un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, l’allenatore del Napoli Maurizio Sarri ha parlato un po dei suoi ragazzi, del suo passato e del suo futuro.
Il suo Napoli è al comando da solo in classifica come non accadeva dal 2016, quando diventò campione d’inverno, salvo poi farsi recuperare dalla Juventus che diventò campione d’Italia. Da quel momento però sono passati 2 ani e il napoli ha acquistato sempre più consapevolezza nei suoi mezzi. Questa stagione i partenopei l’hanno iniziata alla grande, 7 vittorie su 7. Mai nella storia dei napoletani.

Prima di tutto Sarri parla del suo futuro a Napoli. “Ho una clausola che permette sia a me che alla società di seprarasi. Ora è l’ultimo dei miei pensieri e sto bene qui. So che queste cose finiscono in modo naturale”
Il mister non vuole esaltarsi nonostante gli ottimi risultati, ma soprattutto vuole calmare gli animi della città in particolare, molto incline all’euforia. “La Juve è ancora favorita. È la più forte degli ultimi 7-8 anni e ha un allenatore straordinario”.
Il tecnico si sofferma poi a parlare anche delle due milanesi. Sull’Inter ammette: “Spalletti è bravo, ha trovato solidità difensiva e entusiasmo a una squadra in un mese e mezzo praticamente. Stanno tornando e si sono mostrati competitivi da subito”
Sul Milan invece dichiara: “Berlusconi mi voleva? Se è vero quello che si dice su di lui allora non sarei durato molto. Un presidente che si intromette nel lavoro del mister non fa bene e non vince. Lui ha vinto moltissimo, quindi penso siano più leggende”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan, Pioli: "Cerchiamo di arrivare in finale. In dubbio Tonali e Mandzukic"