Mondiali 2018, Italia a caccia della qualificazione

Pubblicato il autore: Martina Bettio Segui


Dopo la sconfitta contro la Spagna, le prossime partite della Nazionale italiana si rivelano decisive per trovare un posto ai Mondiali di Russia 2018. Al Bernabeu, infatti, le Furie Rosse hanno violato la porta di Gigi Buffon per ben tre volte, grazie ad una doppietta di Isco e a un goal di Morata nel finale, aggiudicandosi temporaneamente il primo posto nel girone. Se la situazione rimane inalterata e l’Italia riuscirà a mantenere la seconda posizione, sarà costretta a passare per il play off.
Le prime classificate dei nove gruppi, infatti, passano direttamente la fase a gironi, mentre le seconde disputeranno gli spareggi che delineeranno le altre quattro squadre qualificate. Non tutte le seconde classificate, però, saranno ammesse: potranno accedervi solamente coloro che hanno avuto un rendimento migliore contro le altre formazioni del raggruppamento. Una di esse sarà esclusa e sarà proprio il ranking FIFA a stabilire chi.

Leggi anche:  Cagliari, si riparte da Di Francesco

L’Italia si sta quindi preparando per le prossime sfide contro la Macedonia (domani sera alle 20.45) e l’Albania (09/10), match decisivi per poter continuare a sperare nella qualificazione e per poter migliorare il ranking attuale (17° posto), in modo da affrontare da testa di serie l’eventuale sorteggio degli spareggi in programma il prossimo 17 ottobre a Zurigo.
Il ct Ventura deve, però, affrontare un altro grande problema: quello relativo agli infortuni. Nelle prossime partite il mister dovrà fare a meno di Belotti, De Rossi, Pellegrini e Verratti ed ha quindi convocato Nicolò Barella, Roberto Inglese, Bryan Cristante e Roberto Gagliardini. Per Barella e Cristante si tratta della prima convocazione in Nazionale maggiore, mentre Inglese era già stato convocato l’anno scorso per gli stage dedicati ai calciatori emergenti.

Il modulo scelto contro la Macedonia dovrebbe essere il 3-4-3 con Buffon tra i pali; davanti a lui dovrebbe tornare la BBC, Barzagli, Bonucci e Chiellini; a centrocampo Zappacosta, Gagliardini, Parolo e Darmian e infine, il tridente offensivo sarà composto da Verdi, Immobile e Insigne. Candreva partirà inaspettatamente dalla panchina, con la promessa che sarà schierato titolare contro l’Albania nella partita di lunedì, dove tornerà anche il 4-2-4.

Leggi anche:  Dove vedere Torino-Milan Primavera: streaming gratis e diretta tv?

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: