Moviola Inter-Milan, Montella contesta il rigore ma sul penalty pochi dubbi

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui

montella


È stato un bellissimo derby di Milano, quello di ieri sera vinto dai nerazzurri 3-2. Al di là del risultato, che ovviamente fa felicissimi i tifosi interisti e fa arrabbiare quelli rossoneri, è stato una delle stracittadine più entusiasmanti degli ultimi anni. Uno stratosferico Icardi inguaia il Milan con una tripletta. Rossoneri che hanno avuto un’ottima reazione nel secondo tempo ma che non riescono a limitare gli errori individuali e gli svarioni difensivi.

Come in ogni derby della Madonnina che si rispetti, inoltrem non possono mancare le polemiche. In questo caso ciò che fa discutere è il rigore assegnato all’Inter al 92esimo. Calcio d’angolo, stacca Skriniar, la palla si alza a parabola e sta per terminare di poco a lato sul secondo palo. Nei pressi del secondo legno però Rodriguez cintura al collo D’Ambrosio, che (in modo molto furbo) non fa nulla per nascondere la trattenuta e si lascia cadere in terra. Tagliavento indica il dischetto.

Leggi anche:  19esima Giornata Serie A: tutte le partite da non perdere

Ora, al 94esimo minuto di un derby e in fase d’attacco, ogni giocatore che si trova in area avversaria spera di essere cinturato da un difensore per potersi lasciare cadere. La presa di Rodriguez c’è, tanto che il giocatore neanche protesta troppo con Tagliavento.  Nel commentare la moviola di Inter-Milan, Montella, da buon attaccante, nel post gara ha afferma che D’Ambrosio si è lasciato troppo andare. Probabilmente una dichiarazione a caldo per difendere il suo Milan che nel secondo tempo è stato per distacco il miglior Milan della stagione, recuperando uno svantaggio per ben due volte.

Ora però Montella deve pensare a come tornare alla vittoria, visto che in campionato viene da tre sconfitte consecutive. Il Milan è fermo al decimo posto in classifica a quota 12 punti. Ci sono ancora 30 partite da giocare, ma di questo passo la Champions League è un miraggio.

  •   
  •  
  •  
  •