Napoli avanti con Insigne che sogna finalmente di segnare alla Roma

Pubblicato il autore: marco.stiletti Segui

Lorenzo Insigne dallo scorso 23 ottobre, durante il match di Crotone fece il suo ingresso in campo e da lì poi Sarri non lo ha tolto più. Infatti ci sono stati dodici mesi da titolare ma ciò che apparirà come un’arida statistica , sa invece di autentica investitura ad un ruolo da primo attore nel Napoli che intanto ha cambiato pelle ed ha trovato un interprete da sogno. Con i vari impegni c’è sempre la possibilità che qualcuno esca, riposi, prenda fiato, respiri o come è successo a capitan Hamsik non segni, ma Insigne mai. E’ come se la formazione cominciasse da lui.

Dal primo minuto sono 48 partite consecutive, tra campionato, coppa Italia e Champions League e da quel momento l’attaccante è risorto pure come goleador: la sua prima rete, in realtà una doppietta, a Udine e poi a seguire, con il ritmo incalzante d’un bomber, ne ha messi assieme sino a questo momento ventiquattro (venti nella passata stagione, quattro in questa fase iniziale). A proposito bisogna aggiungere diciassette assist complessivi (tre dei quali prima della rinascita), affinché i conti tornino. Ma è  mutato questo microuniverso che ruota intorno ad un genietto divenuto ormai intoccabile: Insigne non esce più, una sola volta nelle prime undici gare ufficiali, minuti giocati 957.

Leggi anche:  Insigne, confronto con gli ultras: "Dopo la partita con la Juve mi sono sentito malissimo". Presente anche Gattuso

Insigne ha disputato 175 partite in serie A con la maglia del Napoli. segnando 42 reti e distribuendo 52 assist. In Champions invece sono 20 le partite fra preliminari e Champions nella fase a gruppi: 5 gol e 2 assist. Con la maglia azzurra del Napoli, Insigne ha disputato anche 19 partite, con 2 reti e 6 assist. Non si è fatto mancare neanche l’Europa League dove ha segnato 2 reti e 6 assist. Ora tra poche ore contro la Roma giocherà la sua 49esima partita con la maglia partenopea consecutiva. Ottimi risultati per chi voleva lasciare il calcio. “Tutti dicevano che ero bravino, ma troppo basso. E io, ad un certo punto, volevo smettere perché pensavo fosse inutile continuare. Poi arrivò il Napoli e quel provino che andò bene…”.

Tra qualche giorno il Napoli sfiderà una grande squadra in Champions League come il Manchester City di Guardiola che oggi ha stravinto 7-2 contro lo Stoke City. Per Insigne però sono arrivati i complimenti di Guardiola e proprio sui Citizens lo scugnizzo ha affermato: “Giocheremo senza paura. Hanno grandi campioni, ma giocando da squadra possiamo metterli in difficoltà. Abbiamo qualità, dobbiamo scendere in campo fiduciosi di poter far bene“.

Leggi anche:  Juve Stabia Casertana 0-2: Turchetta e Castaldo gol, Vespe ko al Menti

Tra Champions e campionati il Napoli potrebbe vivere una grande annata. Insigne spera in questo per crescere definitivamente ed entrare nell’Olimpo del calcio. Lui dice di “essere fiero di quello che sto facendo col Napoli. Non so se ci fossi riuscito con altre maglie. Io ad un passo dal Barça? Credo di no anche se giocare con Messi e Suarez mi sarebbe piaciuto, però ora penso al Napoli e spero di vincere qualcosa di importante. Siamo primi in classifica ma vogliamo rimanere con i piedi per terra. Pensiamo a queste partite che arrivano, ad affrontarle nella migliore maniera possibile per rimanere lassù“. Vincere quindi con gli Azzurri senza sè e senza ma.

  •   
  •  
  •  
  •