Napoli, De Laurentiis esalta Sarri e punge la Juve: “E’ preoccupata …”

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui
de laurentiis sarri napoli

de laurentiis sarri

Il primato in classifica del Napoli pare non avergli dato alla testa. Il presidente Aurelio de Laurentiis si è confessato al Corriere della Sera e, da buon personaggio eclettico qual è, ha toccato vari temi nell’ambito calcistico.
In primis tanti complimenti per il suo Napoli da record: 7 vittorie su 7 mai nella storia dei partenopei. L’obiettivo è eguagliare, e perché no magari superare, le 10 vittorie consecutive della Roma di Garcia nella stagione 2013/2014. Il Napoli può farlo con i giocatori che ha. Sarri è un grande tecnico e la rosa sembra avere acquisito più maturità rispetto agli altri anni.
Il presidente poi si coccola il suo tecnico Maurizio Sarri: “Ha una clausola di 8 milioni. Io lo terrei per altri 10 anni, ma se vorrà andare via è libero di esercitare la clausola e andarsene. troveremo un altrettanto bravo quanto lui”. Il numero uno degli Azzurri tra l’altro non nasconde il suo positivo stupore per l’attuale tecnico della Roma Eusebio di Francesco: “Molto bravo. Non pensavo riuscisse a essere competitivo già da subito avendo perso tasselli importanti. Roma è una piazza più difficile di Napoli. Davvero complimenti”.

Leggi anche:  Super League svizzera: lo Young Boys allunga in vetta

Non poteva infine mancare una stoccatina alla Juventus: “Sono legittimamente preoccupati, un po’ nervosi. Lo sarei anche io al posto loro. Dopo aver vinto sei scudetti, oggi possono porsi il problema della continuità ulteriore. Non avrei venduto calciatori come Pogba e, ultimo, Bonucci. Anni fa avevano Del Piero, Pirlo. Insostituibili.”. E infine riguardo le polemiche sul VAR per le presunte perdite di tempo dichiara: “Fa bene, piccole paure per far riprendere aria al cervello di tutti. Arbitri compresi.”

  •   
  •  
  •  
  •