Nizza – Lazio, Inzaghi risparmia i titolari e fa esordire Nani dall’inizio

Pubblicato il autore: Federico Burzotta Segui

calciomercato lazio

La Lazio questa sera alle 19 affronterà il Nizza di Balotelli, incontro valido per la 3ª giornata di Europa League. I biancocelesti sono in testa ai girone a pari merito con il Nizza.

Per la sfida odierna Simone Inzaghi si affida al turnover. Ci saranno ben sei cambi di formazione rispetto 3-5-1-1 che ha battuto la Juve sabato scorso. In difesa si rivede Luiz Felipe al posto di De Vrij insieme ai confermati Bastos e Radu. Patric vince il ballottaggio con Marusic e sull’out di destra, mentre in mezzo al campo spazio a Murgia e Di Gennaro in cabina di regia. Davanti vengono risparmiati Luis Alberto e Immobile che insieme hanno realizzato 18 gol. Toccherà dunque all’inedita coppia Nani e Felipe Caicedo guidare l’attacco biancoceleste all’Allianz Riviera. L’esterno portoghese farà il suo esordio stagionale dal primo minuto dopo aver assaporato scampoli di partita contro Sassuolo e Juventus (18′ in campo in entrambe le sfide).

Leggi anche:  Inter, Conte non vuole scherzi: vincere a Udine per sognare l'aggancio in vetta al Milan

Lazio-Nizza, Inzaghi schiera Nani titolare

Nani è stato il colpo dell’ultimo giorno di calciomercato messo a segno da Lotito e Tare. Il giocatore arrivato in prestito dal Valencia con un riscatto fissato a 16 milioni ma ha dovuto lavorare per ritrovare la condizione ottimale dopo un infortunio. In queste settimane a Formello però si è allenato bene e ha convinto Inzaghi a dargli questa occasione. Scalare le gerarchie però non sarà facile perché c’è un certo Luis Alberto che si è meritato il posto sul campo. Lo spagnolo da oggetto misterioso è diventato il punto cardine della Lazio in questo avvio di stagione, soprattutto per l’intesa con Ciro Immobile.

Il primo gol dell’attaccante azzurro contro la Juve è arrivato proprio dopo una triangolazione perfetta con il compagno di squadra, che ha spezzato in due la difesa bianconera con un filtrante telecomandato. Inzaghi ha dimostrato di saper lavorare benissimo con i propri calciatori e la rivitalizzazione di Luis Alberto ne è un esempio lampante. Dunque per Nani e Caicedo, l’Europa League può rappresentare una vetrina da non sciupare. Lo stesso vale anche per tutti gli altri calciatori che hanno giocato poco e che l’allenatore non considera “riserve” bensì degli “elementi funzionali” per questa Euro Lazio che vuole continuare a stupire anche fuori dalla Serie A.

  •   
  •  
  •  
  •