Padova: morale alto dopo la terza vittoria consecutiva

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Nella serata di ieri (mercoledì, ndr), il Padova ha colto un’importante vittoria a Ravenna, confermando il suo ottimo momento. L’affermazione di ieri infatti, è la terza vittoria consecutiva della squadra di Bisoli, che arriva così a quota 13, a sole tre lunghezze di distanza dal Bassano capolista, e con una partita in meno. La sconfitta (netta)iniziale a Renate aveva fatto presagire ai tifosi un campionato tribolato: un inizio così negativo non si ebbe neanche l’anno scorso, sotto la guida di Oscar Brevi. Invece la squadra biancoscudata ha avuto la forza di rialzarsi, battendo il Fano, vincendo a San Benedetto del Tronto e superando il Sant’Arcangelo per 3-0. In mezzo, per la precisione dopo la vittoria con la squadra marchigiana, è arrivato il buon pareggio casalingo con il Vicenza, squadra attrezzata per tornare immediatamente tra i cadetti. In quattro minuti, grazie alle reti di Belinghieri (al 27′) e di Capello (su rigore al 31′, solo omonimia con l’ex allenatore di Milan, Roma e Juventus,ndr) il Padova ha sbrigato la pratica-Ravenna: sugli scudi, oltre agli autori dei due gol, anche Contessa, Pulzetti e Madonna, ma tutta l’intera squadra si è mossa bene. Nella serata di ieri è stato inoltre importante l’apporto dell’ex Udinese Giampiero Pinzi, che  ha lavorato molti palloni, oltre a consentire un certo equilibrio in mezzo al campo.
Guardando le statistiche, in sei gare il Padova ha subito quattro reti: non è ancora un dato molto soddisfacente, ma diventa migliore, se si legge in un’altra ottica, visto che nelle ultime quattro gare la porta di Bindi è rimasta inviolata. Le reti fatte sono ben otto e il dato confortante sta nel fatto che ben sei giocatori diversi sono andati in gol: questo dimostra che il Padova al momento si dimostra al momento un ottimo collettivo. Nella stagione precedente, dopo sei giornate la squadra, allora allenata da Oscar Brevi (ma ricordiamo che la prima giornata venne posticipata ad ottobre), aveva nove punti, frutto di due vittorie, tre pareggi ed una sconfitta, proprio a Fano. Il bilancio quindi si può considerare positivo.
Ma qual è il futuro? Per il momento la cosa migliore, come sempre in questi casi, è tenere un profilo basso, senza illudersi di essere già arrivati. Domenica 8 ottobre arriverà il Sud Tirol, che ieri ha battuto 3-1 il Modena, fanalino di coda. La squadra di Zanetti occupa la dodicesima posizione a tre lunghezze dal Padova. Sabato 14 ottobre invece, la squadra di Bisoli sarà ospite del Teramo, attualmente quattordicesimo a quota 5. La cosa importante ora è la continuità di rendimento, per occupare la zona più alta possibile in chiave playoff.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Buon compleanno José Mourinho! Lo Special One festeggia 58 anni
Tags: