Pokerissimo ceco, k.o. San Marino: Rep. Ceca-San Marino 5-0

Pubblicato il autore: Matteo Deklan Cecchetti Segui

Gli undici dell’ultima del biennio ’16-’17 (Foto tratta dal profilo ufficiale Flickr @FSGC)

PLZEN – La sfida tra Davide e Golia si arricchisce di un nuovo capitolo. Repubblica Ceca e San Marino rappresentato gli opposti che si incrociano.

Obbiettivi di qualificazione sono ampiamente fuori portata, come da pronostico e da ranking, per San Marino ma inaspettatamente anche la Repubblica Ceca dovrà guardare a casa la rassegna mondiale Russia 2018.

Jantko disorienta Brolli e il suo assist basso viene trasformato da Krmencik nel vantaggio. Sugli sviluppi della punizione dai 35 metri di Dockal, svetta indisturbato Krmencik che non trova ostacoli tra sé e la doppietta, nella circostanza difesa sammarinese da matita rossa.

E’ il momento topico del match, San Marino arranca e la Repubblica Ceca alza il volume.

Leggi anche:  Dove vedere Torino-Milan Primavera: streaming gratis e diretta tv?

Le due punte ceche sono sempre supportate dagli esterni e turno da uno dei due centrocampisti centrali. La produzione offensiva è tirata a lucido e il sinistro di Kopic finisce in buca d’angolo: tris in appena 27 minuti di gioco.

E’ al tappeto San Marino perché il bunker difensivo ha già evidenziato preoccupanti voragini, nella quali i cechi si sono fiondati. C’è soluzione di continuità perché i meccanismi difensivi dei ragazzi di Manzaroli limitano le folate offensive ceche e il duo Filippo Berardi e Mirko Palazzi costruiscono l’unica ma importante chance: assist del primo e conclusione a filo d’erba del secondo: sfera out di poco.

Filippo Berardi in primo piano (Foto tratta dal profilo ufficiale Flickr @FSGC)

La seconda frazione ricalca sostanzialmente la prima. E’ la Repubblica Ceca con il pallino del gioco nei tacchetti con il San Marino tarantolato nella propria metà campo.

Leggi anche:  Coppa del Re, dove vedere Rayo Vallecano Barcellona, streaming e diretta TV in chiaro?

La Repubblica Ceca non attacca più con il mordente del primo tempo. Novak spezza di nuovo l’equilibrio con un sinistro sotto il montante. Il pokerissimo nasce da un corner. Kadlec mira nell’angolino sinistro, con un destro radente.

Il più reattivo è sempre Mirko Palazzi. Luca Tosi disegna sulla testa di Mirko Palazzi: elevazione ok, direzione della sfera decisamente no.

E’ l’ultima istantanea del match, del biennio e forse del CT Manzaroli ormai ai titoli di coda della sua avventura sulla panchina più prestigiosa della più piccola Repubblica del mondo.

I due gol siglati contro Norvergia e Azerbaigian, con gli alfieri Mattia Stefanelli e Mirko Palazzi, sono l’apice del girone di qualificazione. Peccato solo che la casella dei punti fatti si è fossilizzata su uno zero, poco edificante.

Leggi anche:  Juventus, Pirlo: “Spal? Match difficile, servirà concentrazione”

La crescita del movimento ora merita di raccogliere qualche frutto.


REPUBBLICA CECA
(4-4-2): Koubek; Kaderabek, Kalas, Luftner, Novak; Kopic (dal 63′ Sykora), Dockal, Darida, Jankto; Barak (dal 70′ Kadlec), Krmencik (dal 63′ Kliment) 


A disposizione: Vacilik, Pavienka, Brabec, Zmrhal, Falta, Soucek, Suchy, Boril, Kladec

Allenatore: Jarolim

SAN MARINO (5-4-1): A. Simoncini;  Brolli, Vitaioli (dal 82′ M. Berardi), Della Valle, Palazzi, Grandoni; Battistini, Tosi, Rinaldi, F. Berardi (dal 76′ Berretti); Bernardi (dal 63′ Bonini). 

A disposizione: Muraccini, M. Manzaroli, Cesarini, Golinucci, Calzolari, M. Zavoli, Biordi. 

Allenatore: Pierangelo Manzaroli

Arbitro: Troieis (FRO)

Ammonito: Battistini

Marcatori: 8′ e 23′ Krmencik, 27′ Kopic, 71′ Novak e 83′ Kadlec

  •   
  •  
  •  
  •