Premier League, si riparte alla grande, il Liverpool sfida lo United

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui

Dopo la sosta per le nazionali, riprende anche la seguitissima Premier League Inglese 2017/2018, riparte la caccia al Chelsea guidato da Antonio Conte, campione d’Inghilterra in carica. La 9a giornata di campionato, propone come big match, la sfida tra il Liverpool e il Manchester United. Si gioca oggi ad Anfield Road alle ore 13.30 ora italiana; gli ospiti, pur giocando in trasferta, su un campo difficilissimo, per prestigio, fascino e atmosfera, partono con i favori del pronostico, essendo in vetta alla classifica. La pressione è tutta sui padroni di casa, che sono partiti forte, ma hanno perso punti importanti per strada, e sono chiamati a dare una risposta a chi li ritiene in crisi di risultati, tenendo conto del fatto, che lo scontro, con l’altra squadra di Manchester ovvero, il City, si è conclusa nel peggiore dei modi, con una cinquina incassata in trasferta. I Red Devils, però non incassano gol, da 270 minuti, e per il Liverpool, non sarà affatto facile segnare, e togliere l’imbattibilità al portiere spagnolo, David De Gea. Lo United, ha incassato appena cinque gol in dieci partite ufficiali tra campionato e coppe. Sarà il match dei grandi assenti, perchè nelle due squadre, mancheranno giocatori importanti; la squadra di Jurgen Klopp, non può disporre di Sadio Manè, l’attaccante esterno senegalese, starà fermo, per circa sei settimane, per un infortunio muscolare, subito in nazionale. Gli uomini di Josè Mourinho, non avranno Mouran Fellaini, che sul terreno di gioco quasi impraticabile di Sarajevo, ha subito la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, durante Bosnia – Belgio e non tornerà in campo, prima dei prossimi sei mesi, ancora fuori l’ex Juventus, Paul Pogba, anch’egli acciaccato. Le stelle però, non mancheranno di certo. I reds, potranno disporre del loro tridente offensivo formato da Philippe Coutinho, che sembra aver frenato la sua voglia di trasferimento al Barcellona, Roberto Firminho, e l’ex romanista Mohamed Salah, ancora raggiante per il gol decisivo, che permetterà al suo Egitto, di partecipare ai prossimi Mondiali dopo ben 27 anni di assenza. A centrocampo, Klopp si affida ad Emre Can, Jordan Henderson, capitano dei padroni di casa, e alla velocità di Alex Oxfolade Chamberlain, che però ancora non sembra, il giocatore veloce ammirato all’Arsenal.

Leggi anche:  Milan-Atalanta 0-3: super Ilicic, la Dea cala il tris a San Siro

Il reparto più debole per Klopp sulla carta, pare quello dei terzini, dove le scelte sono obbligate con il giovane Trent Alberto Moreno. Centrali D.Lovren N.Matip. In porta, come al solito Sebastien Mignolet. Mou, invece, si affiderà ad una difesa “granitica” con i terzini veloci ed esperti come Luis Antonio Valencia, Ahsley Young, che all’occorrenza più svolgere tutte le fasi di gioco. A centrocampo, Nemanja Matic, uno degli acquisti milionari estivi, è l’uomo più atteso. Ancora più curiosità sugli esterni, dove spiccano Marcus Rashford, dove ormai giovinezza, talento e velocità non fanno certo più notizia, sulla corsia di destra, mentre su quella mancina, l’esperienza e l’affidabilità di Juan Mata, sono una risorsa per l’ex tecnico, di Porto, Chelsea e Inter. In supporto dell’unica punta, Romelu Lukaku, attuale capocannoniere del campionato, ci sarà l’armeno Thomas Mykhitaryan. 

  •   
  •  
  •  
  •