Preparatore Milan, ecco i nomi per il dopo Marra

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
montella

Preparatore Milan, scelta interna per Montella

Nel nuovo Milan che cerca di trovare una sua fisionomia in questo difficile inizio di stagione da qualche giorno manca un tassello molto importante: il preparatore atletico. Dopo la separazione con Emanuele Marra, decisa dallo stesso tecnico Vincenzo Montella, la società rossonera non ha ancora provveduto a nominare il nuovo “capo” della fase atletica della squadra milanista.
La separazione con Marra, amico di lungo corso di Montella, è arrivata a causa di una diversa visione tra lo stesso tecnico rossonero ed il giovane preparatore atletico per quanto riguarda i carichi e le modalità di lavoro da far svolgere alla squadra. All’addio di Marra non ha fatto seguito ancora la nomina di un nuovo preparatore atletico ed in questi giorni la società milanista è alle prese proprio con il “toto preparatore”, analizzando diversi profili che potrebbero essere inseriti nell’organico societario per svolgere questo delicato compito. Secondo “Il Corriere della Sera”  la scelta dell’allenatore del Milan dovrebbe ricadere su una figura professionale abituata a lavorare con squadre che giocano una partita ufficiale ogni tre giorni. Una scelta che si adatterebbe alle esigenze del Milan, chiamato in questa fase della stagione a disputare più di una partita a settimana a causa degli impegni in Europa League. In questo senso Montella avrebbe in mano un paio di profili e la scelta potrebbe essere presa entro la fine di questa settimana.
Tra i nomi accostati al Milan l’obiettivo numero uno del tecnico napoletano è Massimo Neri ma l’approdo del preparatore in rossonero appare molto complicato. Infatti al momento Neri è il preparatore del Guanghzou, in Cina, e della Nazionale cinese ed un suo possibile disimpegno da questi due incarichi appare molto difficile. Ed ecco che in casa Milan si valutano altre figure: la soluzione interna rappresentata da Daniele Tognaccini, responsabile di Milan Lab, o il possibile ritorno al Milan di Bruno Dominici. 
Calabrese di Bagnara Calabra, classe 1972, Dominici ha già lavorato al Milan dal 2002 al 2014 contribuendo alla realizzazione del Milan Lab. Dopo il Milan Dominici è stato in Cina con Seedorf allo Shenzen e adesso per lui potrebbero riaprirsi le porte di Milanello. L’ultima parola sarà quella di Montella che dopo aver rotto con Marra dovrà scegliere con oculatezza la figura che dovrà andare a rivestire il compito di preparatore Milan.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, Padovan: "Il Napoli vincerà, la Juve è debole"
  •   
  •  
  •  
  •