Reggina-Catania 2-1, ai reggini la vittoria contro gli etnei

Pubblicato il autore: antoniofight Segui

Va alla Reggina la vittoria nella gara disputata contro gli etnei, fondamentale per i calabresi per restare nella scia delle squadre che navigano in zona play-off mentre per il Catania è uno stop che allontana i siciliani dalla vetta della classifica.
Gli amaranto vincono 2-1 con la doppietta di Bianchimano, il secondo goal giunge negli ultimi minuti di gioco, mentre per il Catania è la seconda sconfitta di fila dopo quella rimediata in casa contro la Sicula Leonzio ed ora la vetta della classifica si allontana.Nella giornata dell’ orgoglio amaranto con tutti i 2.731 spettatori paganti , i tifosi della curva Sud si rendono protagonisti dell’ esposizione di uno striscione contro i tifosi del Catania dal contenuto  “poco brillante” ” La lava vi seppellirà” accompagnato da disegni ” poco simpatici” che probabilmente provocherà multe in denaro e/o squalifiche per la società amaranto.
Le due formazioni scendono in campo con moduli diversi 4-3-1-2 per la Reggina con Cucchietti tra i pali; Pasqualoni, Laezza, Di Filippo e Solerio in difesa; Marino, Mezavilla e De Francesco a centrocampo ;Di Livio arretrato ,Tulissi e Bianchimano in attacco; il modulo del Catania è invece un 3-5-2 con Pisseri in porta; Aya, Russotto, Tedeschi in difesa; Caccetta, Curiale, Semenzato, Marchese e Bogdan a centrocampo; Biagianti e Mazzarani in attacco.
I primi minuti della gara sono a vantaggio del Catania con Russotto al secondo minuto che serve Mazzarani il quale di destro manda di poco al lato e di nuovo all’ ottavo lo stesso Mazzarani calcia una punizione all’ incrocio dei pali che Cucchietti è bravissimo a parare.Al sedicesimo di gioco ecco la prima azione insidiosa della Reggina con un tiro dalla distanza di Marino sopra la traversa ma due minuti dopo arriva il goal con Bianchimano che controlla , salta in area Aya  e con un destro potente batte il portiere Pisseri. A questo punto la reazione del Catania con un destro volante di Caccetta sotto la traversa e Cucchietti che smanaccia fuori.Nell’ ultimo quarto d’ ora del primo tempo pressing continuo del Catania e al quaratatreesimo arriva il goal del pari con Marchese che serve al centro un passaggio per Curiale che di testa segna mentre il portiere Cucchietti intuisce la traiettoria ma non arriva ad agganciare la palla.
Nella ripresa intorno al cinquantesimo lancio di fumogeni in campo da parte della curva Sud e partita sospesa per due minuti con scambio di insulti tra le due tifoserie con alcune centinaia di tifosi del Catania ad occupare gli spalti della curva Nord ( la famosa   “curva Catania” ) e l’ esposizione dello striscione ” la lava vi seppellirà” da parte dei tifosi della Reggina.
Al sessantunesimo il primo tentativo della Reggina con Porcino, da poco entrato, che tira sopra la traversa seguito da un tentativo del Catania con Mazzarani che manda fuori.Quindi due tentativi del Catania con Marchese al sessantottesimo sopra la traversa e all’ ottantesimo con Russotto che manda fuori a destra.Nei sei minuti di recupero altre due azioni pericolose la prima  al novantaduesimo per il Catania con Semenzano che crossa per Russotto che di testa non trova lo specchio della porta, la seconda al novantacinquesimo per la Reggina con Bianchimano che tira un diagonale rasoterra che si conclude con il goal del 2-1 per la Reggina.
Buoni risultati dai giovani giocatori della Reggina, per il Catania schemi di gioco da rivedere se vuole puntare alla promozione diretta.

Leggi anche:  Coppa del Re, dove vedere Cornella Barcellona, streaming e diretta TV in chiaro?
  •   
  •  
  •  
  •