Roma-Chelsea: notte da brividi in Champions League

Pubblicato il autore: Giuseppe Porro Segui

È arrivato il momento: martedì 31 Ottobre, la notte di Halloween; la notte “da paura” per eccellenza; la notte delle streghe e dei vampiri; dei mostri e dei lupi mannari. Ecco appunto, quello che servirà all’Olimpico; undici lupi mannari nella notte di Halloween per aver ragione del Chelsea, e riprendersi quello lasciato a Londra, nella “perfida Albione” appena due settimane orsono. Una vittoria “da paura” sarebbe fondamentale, scaccerebbe per l’appunto le streghe per tutta la stagione dando nuova linfa ai capitolini, e porterebbe i giallorossi con un piede e mezzo agli ottavi di finale con due giornate d’anticipo (sarebbe un record), anzi renderebbe la trasferta di Madrid (prossimo turno) quasi inutile, una sorta di viaggio premio visto che anche in caso di sconfitta e arrivo a pari punti, l’ultima giornata la Roma ospiterà all’Olimpico il Quarabak ed i “colchoneros” andranno allo Stamford Bridge per giocarsi lo spareggio con i “bleus” di Antonio Conte in una sfida da dentro o fuori, con i giallorossi spettatori interessati.

Leggi anche:  Probabili formazioni Udinese-Inter: ecco le scelte di Gotti e Conte

Abbiamo visto come Di Francesco ritiene importante questa gara, infatti sabato scorso ha fatto turn-over (un pò per obblighi ed esigenze, un pò per tenere tutti sulla corda e giocarsi le sue carte nelle gare che ritiene più importanti). Ma la rotazione si è vista anche a Torino e con il Crotone, facendo sentire tutti titolari e tutti importanti, ricevendo risposte positive (vedi El Shaarawy e Gerson per esempio). Martedì sarà una vera battaglia ed i “leoni”: Kolarov; Nainggolan e (dovrebbe recuperare) Manolas hanno riposato, insieme a Diego Perotti e potrebbe essere riproposto Gonalons in cabina di regia, con Edin Dzeko terminale offensivo pronto a ripetere la super prestazione dell’andata, quindi per il mister Eusebio Di Francesco una gara fondamentale per il proseguio nella massima competizione europea, dove (al contrario di Sarri, che vede la sua compagine più concentrata in campionato) vuole continuare il viaggio, tenendosi i migliori “arceri” proprio per la sfida dell’Olimpico, che con una vittoria porterebbe i giallorossi in testa al girone, cosa impensabile al momento del sorteggio visto il calibro degli avversari e mai successa nella storia del club.

Leggi anche:  Dove vedere Lazio-Milan Primavera: streaming gratis e diretta tv?

Martedì vedremo di che pasta è fatta la Roma (giudicata da Morata più forte dell’Atletico Madrid), ed anche se finora qualche segnale (più di uno) c’è lo ha dato, dimostrando gioco; solidità di squadra e unità di intenti, vedremo se avrà imparato una cosa che nel DNA giallorosso è sempre mancata, ovvero quella consapevolezza che le gare importanti non vanno mai sbagliate, cosa che in passato e sistematicamente successo (vedi ad esempio lo scorso anno, Porto; Lione e Lazio docet). Scacciando anche la sfortuna nella notte delle streghe, che aleggia dalle parti di Trigoria (vedi per ultimo Karsdorp) Insomma una nuova forza e consapevolezza, per una nuova Roma pronta a (ri)nascere in una notte da brividi, sperando che il vento giri e possa essere utile anche il nuovo arrivato, quel Patrick Shick che fino ad ora è stato solo sognato, ambito e coccolato come un piccolo lupo, sperando diventi “feroce” e “famelico”, anche solo per 15 minuti, in una notte da lupi!

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,