Serie A, le big 5 aumentano il passo

Pubblicato il autore: Ivan Aiello Segui


Napoli, Juventus, Inter, Lazio e Roma iniziano a fare il vuoto intorno a sè.
Archiviate le prime 11 gare di campionato (e in attesa del posticipo di stasera tra L’Hellas Verona e l’Inter e del recupero tra Sampdoria e Roma) sta iniziando a crearsi un distacco significativo tra le prime 5 e il resto delle partecipanti.
Solo la straordinaria Sampdoria di mister Giampaolo è sulla scia delle grandi e ha addirittura la possibilità di accorciare nel recupero contro la Roma, quinta forza del campionato con 24 punti, distante al momento solo 4 punti.
A guidare è sempre il Napoli con 31 punti grazie alla vittoria casalinga per 3-1 contro il Sassuolo di domenica pomeriggio. La squadra di Sarri è uno schiacciasassi e con il secondo miglior attacco del campionato (32 reti contro le 33 della Juventus) comanda saldamente la classifica dopo 10 vittorie e il solo pareggio casalingo contro l’Inter.
Proprio la squadra di Luciano Spalletti, impegnata questa sera in una trasferta a Verona contro l’Hellas che sulla carta sembra ampiamente alla portata dei neroazzurri, ha l’opportunità di riportarsi sotto la capolista di sole due lunghezze. Con una vittoria, l’Inter riguadagnerebbe il secondo posto a quota 29 punti scavalcando Juventus e Lazio ferme a 28.
La Lazio ne rifila 5 al povero Benevento, ancora fermo a 0 punti dopo 11 gare, e continua a confermarsi come la grande rivelazione di questa stagione. La formazione di Simone Inzaghi può contare su un’organico che gira a meraviglia (5 reti con 5 marcatori diversi e primo gol in serie A anche del portoghese Nani) e soprattutto su un Ciro Immobile a dir poco strepitoso. L’attaccante laziale, con il gol di ieri, non solo è il capocannoniere della Serie A con 14 reti, ma nella larga vittoria al Vigorito di Benevento si è confermato anche assist-man della gara con 2 passaggi vincenti.
Nel big match di sabato pomeriggio a San Siro, la Juventus porta a casa il bottino pieno con una doppietta del “Pipita” Gonzalo Higuain ai danni di un Milan sempre più in crisi profonda.
Nel turno infrasettimanale, la convincente vittoria contro il Chievo aveva finalmente fatto sperare tutto l’ambiente rossonero in una ripresa e a un’inversione di tendenza della squadra di Montella portando ossigeno puro anche in vista dell’impegnativo match contro i campioni d’Italia.
Così non è stato e la squadra di Allegri ha approfittato delle debolezze degli avversari con due graffi di Higuain, tornato in formato bomber. La Juventus si porta a 28 punti e, insieme alla Lazio, conquista momentaneamente la seconda posizione a 3 lunghezze dal Napoli, ma sempre in attesa dell’esito della partita dell’Inter di questa sera.
Continua il suo cammino positivo anche la Roma di Di Francesco che non sta brillando in quanto a gioco e a prestazioni, ma si è scoperta cinica ed essenziale e soprattutto può contare su una difesa granitica guidata da Federico Fazio fresco di rinnovo.
Solo 3 gol in 6 giorni (senza subirne neanche 1) hanno fruttato la bellezza di 9 punti. Dopo l’1-0 in trasferta contro il Torino (decisiva la punizione di Kolarov), un altro 1-0 contro il Crotone (rigore di Perotti) nel turno infrasettimanale, è arrivata la perla di Stephan El Shaarawy nel match di sabato sera all’Olimpico contro il Bologna. Il “Faraone” ha deciso la gara con un splendido sinistro al volo sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Pellegrini al minuto 33’.
La Roma in campionato non conosce pareggio e resta in scia con 24 punti: 8 vittorie e due sconfitte (quelle con Inter alla seconda di campionato e con il Napoli) in attesa di recuperare la sfida con la Samp la consolidano al quinto posto solitario.
Tra il terzetto a quota 16 formato da Fiorentina, Milan (quella con il ritardo più evidente tra le big) e Torino e il quinto posto della Roma ci sono già 8 punti di distacco che sembrano destinati ad aumentare.
In mezzo, il nulla. Anzi, solo la bellissima Samp.

Leggi anche:  Sky Calcio Club, Fabio Caressa: che delusioni! Gomez, Vidal...
  •   
  •  
  •  
  •