Serie D, la Palmese sfiora l’impresa dopo aver subito 1 punto di penalizzazione: il Portici segna il 2-2 al 95′

Pubblicato il autore: Peppe Fiorino Segui

In vantaggio per 0-2 i neroverdi si fanno rimontare: il pareggio arriva a tempo scaduto

A Portici arriva la Palmese per la quinta giornata del Girone I di Serie D, dopo che in settimana il Tribunale Federale Nazionale ha inflitto 1 punto di penalizzazione alla squadra di Palmi e 6 mesi di inibizione al Presidente Carbone per il caso Nania, portiere in forza ai neroverdi la scorsa stagione.
La formazione di Pellicori presenta due cambi rispetto all’undici titolare con De Lucia in difesa e Diomede Kader a centrocampo, mentre il reparto offensivo è confermato con Molinaro, Gagliardi e Asante. Sono i padroni di casa a partire bene con Albanese che si rende pericoloso sugli sviluppi di un corner, mentre qualche minuto prima l’attaccante neroverde Asante era stato ammonito dall’arbitro Giorgio Vergaro di Bari. Ma nel giro di pochi minuti lo scenario cambia e dopo l’ammonizione di Nocerino per i padroni di casa è la Palmese a farsi vedere in avanti e a giocare meglio e gli sforzi vengono premiati al 35′: corner per gli ospiti e il numero 3 Meringolo di testa insacca alle spalle di Sorrentino. Il vantaggio porta entusiasmo alla squadra di Pellicori che cerca il raddoppio, ma il primo tempo si chiude con la Palmese in vantaggio per 0-1.
Nella seconda frazione di gioco i palmesi riprendono da dove avevano lasciato e dopo 5′ minuti raddoppiano con un’ottima azione portata avanti dal duo Gagliardi-Orlando e conclusa dal numero 5 Dodaro. La Palmese a questo punto sembra poter gestire la gara con tranquillità, mentre il Portici non riesce a rendersi troppo pericoloso. Al 65′ l’allenatore dei calabresi decide per un doppio cambio: fuori Molinaro e Diomede Kader e dentro Giorgiò e Di Dionisio, mentre 5′ dopo arriverà il terzo cambio con Le Piane che subentra a Orlando, poco prima era stato ammonito il portiere neroverde Franza. A questo punto il Portici cerca di attaccare per cercare di riequilibrare la partita e Pellicori decide di coprirsi togliendo dal campo l’attaccante Gagliardi e inserendo Gambi, ma i padroni di casa rispondo con l’ingresso di Varriale per Esposito e a 7′ dal termine riescono a bucare la difesa calabrese grazie all’attaccante Cherillo che batte Franza per l’1-2. Il Portici tenta il forcing finale e la Palmese tenta di arginare gli attacchi come può. L’arbitro Vergaro decide di concedere 5′ di recupero ed è proprio all’ultimo minuto che arriva la beffa per gli ospiti: l’attaccante dei padroni di casa Murolo riesce a sfondare e trova l’insperato pareggio e la gara finisce sul punteggio di 2-2.
La Palmese fino all’ultimo ha creduto alla vittoria, forse mollando la presa dopo il raddoppio di Dodaro, ha cercato di stringere i denti sfiorando l’impresa in casa di una delle squadre che è candidata per la promozione in Serie C, ma a partita quasi finita è arrivato il gol del pareggio che sembra una sentenza, perchè i neroverdi ritornano a 9 punti dopo il punto di penalizzazione ricevuto per il caso del mancato pagamento del giocatore Nania durante lo scorso campionato di € 2950 e il ricorso respinto del Presidente Pino Carbone, dopo i 4 punti di penalizzazione inflitti alla fine dello scorso torneo che hanno impedito ai calabresi di partecipare ai Play-off per accedere in Serie C.

Leggi anche:  Juventus, Allegri: “Dybala e Morata salteranno i match con Chelsea e Torino”

 

  •   
  •  
  •  
  •