Serie A news, le notizie dai campi (mercoledì 18 ottobre)

Pubblicato il autore: Federico Burzotta Segui

Serie A news
Ecco come è andata la giornata delle 20 squadre di Serie A: tra gli impegni di Champions League ed Europa League, conferenze stampa e sessioni d’allenamento quotidiane. E c’è anche stata la presentazione di un nuovo allenatore…

Serie A news: notizie di giornata

ATALANTA – Gasperini si è sottoposto al rituale dei giornalisti in vista della sfida d’Europa League contro l’Apollon Limassoli, domani sera al Mapei Stadium di Reggio Emilia alle 21:00. “Per noi è una partita non decisiva, ma importante, in un minicampionato di 6 giornate, con margini d’errore molto ristretti. Una vittoria sarebbe un grosso passo avanti, qualunque altro risultato metterebbe tutto in discussione. Contro la Samp abbiamo giocato il migliore primo tempo da quando sono qui a Bergamo. La ripresa invece è stata da cancellare“. Il tecnico dei nerazzurri ha poi confermato l’assenza di Toloi mentre ha aperto uno spiraglio per il Papu Gomez, che ha rimediato una botta al piede destro contro la Samp.

BENEVENTO – La squadra è tornata ad allenarsi dopo la giornata di riposo di ieri e Baroni deve di nuovo fare la conta dei giocatori a disposizione tra infortunati e squalificati. La coppia centrale è fuori: Antei per il rosso rimediato contro l’Hellas Verona, Lucioni perché ancora alle prese con il caso doping. Costa non sarà recuperato per la Fiorentina, resta dunque a disposizione l’albanese Djimsiti (in campo al “Bentegodi” e Gravillon, il classe 1998 in prestito dall’Inter. In attacco Ciciretti si è nuovamente fermato per una distorsione alla caviglia e nemmeno Parigini ha preso parte alla seduta di stamattina. Il bollettino medico, insomma, non è a favore del tecnico sannita che dovrà fare i conti con una coperta molto corta.

BOLOGNA – La società e tutta la città si stringono intorno alla famiglia di Marino Perani, ala dell’undici rossoblù che vinse lo scudetto nel 1964. Sul sito del club è apparso il messaggio di condoglianze: “Addio campione. Il Bologna piange uno dei suoi figli più amati, di ogni tempo, e partecipa commosso al dolore della famiglia e di tutti i tifosi rossoblù”. Perani è cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta, passò al Bologna a 18 anni, nel 1958. Dopo una parentesi al Padova tornò a giocare nel capoluogo emiliano dal 1960 al 1974.

CAGLIARI – Diego Lopez ritorna sulla panchina dei sardi e si (ri)presenta in conferenza stampa: “Per me è un orgoglio essere di nuovo qui: voglio trasmettere tutta la mia esperienza, anche le cose negative, perché servono sempre per imparare a fare di meglio”. L’ex capitano, già ex allenatore, ha poi aggiunto: “La mia sensazione durante l’allenamento è stata positiva e vorrei che restassimo così. D’altronde i cambi in panchina portano a dei cambiamenti all’interno della formazione. Ho parlato con i ragazzi e ho fatto capire loro che bisogna dare tutto, anche qualcosa in più. Adesso ci sono delle partite da vincere. Quando domenica sono stato chiamato non c’ho pensato due volte: penso sempre e solo al Cagliari”.

CHIEVO – Parla Roberto Inglese, che è al centro di trattative di mercato tra i clivensi e il Napoli (squadra con la quale ha già firmato per il prossimo anno): “La mia forza è stata sempre quella di non pensare al mercato. Ho avuto la forza e la costanza di rimanere sul pezzo dal primo luglio e continuerò a lottare per questa maglia finché sarò qui”. L’attaccante di Maran ha poi commentato la sua recente convocazione con l’Italia: “Sono entrato in punta di piedi in Nazionale. Credo che gli altri abbiano apprezzato il mio impegno e il mio modo di essere rispettoso verso lo spogliatoio. Con il passare dei giorni mi sono sentito parte del gruppo”.

CROTONE – Pavlovic ha commentato ai microni di FcTV le sensazioni in vista della prossima gara di campionato contro la sua ex squadra: “Essendo un ex sarà una gara speciale per me perché ritroverò tanti amici, ma ora sono un giocatore del Crotone e voglio aiutare la squadra a fare una bella gara a Marassi. Siamo concentrati e ci stiamo allenando bene. Sappiamo che la Sampdoria ha giocatori di grande qualità e in più gioca in casa, ma noi daremo il massimo”. Oggi partitella in allenamento dove Stoian è tornato al gol. Lavoro differenziato per Romero, Barberis, Martella e Simy, invece non hanno preso parte all’ultimo allenamento Festa e Kragl.

Leggi anche:  Gol più veloci della storia Serie A, Lozano agguanta il podio: ma comanda Leao

FIORENTINA – Seduta d’allenamento mattutina per i viola al Franchi in vista della trasferta di domenica a Benevento. La seduta, dopo una prima parte incentrata su riscaldamento atletico fra palestra e campo, ha visto i calciatori gigliati effettuare prima torelli di gruppo e poi esercizi tecnico-tattici, difesa contro attacco, ad alta intensità, condivisa per gruppi. Nella seconda parte dell’allenamento anche una partitella a ranghi misti a campo ridotto terminata 0-0. Hanno lavorato a parte Dias, Saponara e Babacar, quest’ultimo ha svolto una seduta personalizzata sul campo.

GENOA – Ricovero in ospedale per Isaac Cofie, a causa di una infezione che necessità una terapia antibiotica. Il club ha informato della situazione attraverso un comunicato: “Il giocatore è all’ospedale San Martino e le sue condizioni sono sotto controllo medico. In presenza di un decorso regolare, sarà dimesso nei prossimi giorni”. Cofie aveva saltato la trasferta di Cagliari e non aveva preso parte alla ripresa degli allenamenti in vista del match di San Siro contro il Milan. Oggi la squadra si è allenata in palestra e si è rivisto anche Spolli, che sta ultimando la prima parte del suo percorso riabilitativo.

HELLAS VERONA – Nuovo allenamento al mattino a Peschiera per la squadra di Pecchia in vista del derby con il Chievo. La squadra dopo il riscaldamento ha svolto delle esercitazioni tattiche sul possesso palla. Successivamente il gruppo ha eseguito lavoro di potenza aerobica, prima di una partitella finale a campo ridotto. Ancora affollata l’infermiera degli scaligeri: Laner, Fossati e Valoti (ha rimediato una botta al quadricipite destro durante la gara contro il Benevento) hanno lavorato a parte. Programma ancora una volta a personalizzato per Ferrari. Procede invece secondo la tabella di marcia il recupero di Franco Zuculini.

INTER – Parla Zhang Jindong, patron di Suning e della maggioranza del club nerazzurro, in relazione al discorso del Presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping al congresso del Partito Comunista. Argomento, gli investimenti cinesi all’estero: “Mi sento molto ispirato, pieno di fiducia, dobbiamo cogliere l’opportunità attuale e tenere sempre vivo lo spirito di lottare. Promuoveremo la cooperazione internazionale formando reti di commercio, investimenti e finanziamenti”. Dal campo di Appiano Gentile arriva la notizia che Spalletti potrebbe recuperare Joao Mario in vista del big match di sabato sera a Napoli, ancora out invece Brozovic.

Leggi anche:  "Conte é sempre contro gli arbitri napoletani! Ma questa è una ca***ta!": scintille tra Auriemma e Cruciani a Tiki Taka

JUVENTUS – Parla Giorgio Chiellini a poche ore dalla sfida di Champions League contro lo Sporting Lisbona: “Ci giochiamo la qualificazione con loro tra andata e ritorno. Ho avuto dei cali di concentrazione gravi, come quello contro la Lazio, ma come dico che quando non subiamo gol non è merito mio, non si possono dare tutte le colpe ai difensori o alla difesa in generale per questo momento. Ma niente paura siamo in linea per giocarci tutto a marzo”. Poi ha mandato un segnale ai tifosi: “Dobbiamo stare sereni perché il nervosismo non porta da nessuna parte. Già in Champions contro lo Sporting risponderemo bene”.

LAZIO – Conferenza stampa per Simone Inzaghi che ha presentato la sfida di Europa League contro il Nizza (domani alle 19:00). L’allenatore non muta il suo 3-5-1-1 ma cambiano gli interpreti in campo, con Di Gennaro in regia e Nani a supporto di Caicedo. “Sarà una partita difficile, il Nizza è un’ottima squadra che ha meritato di giocare i preliminari di Champions. Hanno grandi giocatori di qualità. Vincere vorrebbe dire fare un grosso passo in avanti per la qualificazione. Balotelli? È un campione. A Nizza sembra aver trovato l’ambiente ideale. Sicuramente dovremmo fare attenzione a lui ma anche a tutta la squadra, che è ben organizzata”.

MILAN – Montella e Cutrone rispondono alle domande dei giornalisti in vista della sfida europea con l’Aek Atene a San Siro (domani alle 21:00). L’allenatore rossonero rassicura tutti: “Sono convinto che attraverso queste sconfitte sto trovando l’abito giusto per la squadra”. Avanti con il 3-5-2, magari con Suso mezzala e non attaccante: “Ha fatto un grande secondo tempo domenica, in un ruolo che forse aveva fatto solo in under 21″. Per quanto riguarda la formazione: “Qualcosa cambierò tenendo presente che voglio dare una continuità. Non voglio stravolgere quello che sto portando avanti”. L’attaccante invece ha parlato del momento travagliato di Bonucci chiarendo: “Per noi è un leader e non mi riferisco soltanto a noi giovani”.

NAPOLI – Lorenzo Insigne ha subito una contrattura da affaticamento all’adduttore destro. Questo il responso degli esami a cui si è sottoposto l’attaccante azzurro dopo l’infortunio che l’ha costretto a lasciare precauzionalmente il campo in anticipo durante la gara con il Manchester City. Come comunicato ufficialmente dalla società, le condizioni di Insigne verranno valutate giorno per giorno. Un problema, seppur leggero, che lo mette in dubbio in vista della sfida di sabato sera al San Paolo con l’Inter. Da valutare anche Hysaj che ha rimediato una ferita alla fronte in uno scontro di gioco con Silva.

ROMA – Dzeko ha parlato ai microfoni dei giornalisti poche ore prima della sfida di Champions League con il Chelsea: “La mia centesima con la Roma è uno stimolo in più. Sarà speciale, speriamo di far bene. Nell’ultima gara potevamo fare di più. Dobbiamo ottenere un ottimo risultato con il Chelsea ma non sarà facile. Sfideremo una grande squadra, hanno vinto il titolo in Premier che non è mai facile”. Sullo scudetto il bosniaco si è espresso così: “Siamo ancora all’inizio del campionato, non penso che sia già tutto deciso. Pensiamo gara dopo gara e dopo vedremo”.

SAMPDORIA – Il ds Osti rassicura i tifosi: “A gennaio non va via nessuno”. Il bilancio dei blucerchiati è abbastanza buono: “Giampaolo è un allenatore che si sta consacrando a certi livelli e sono contento perché se lo merita. Grazie a lui abbiamo visto un Praet sontuoso. Torreira è un altro grandissimo giocatore di questa rosa e farà parlare di sé in futuro, ma garantisco che questo gruppo non si tocca fino a giugno. Gli obiettivi stagionali? Non vanno sbandierati ma vanno raggiunti, così come le vittorie”.

SASSUOLO – Parla Andrea Consigli nella conferenza stampa infrasettimanale in casa neroverde: “Non espriamo in pieno il nostro potenziale, non facciamo quello che ci chiede il mister. Al momento questa è una squadra che deve puntare alla salvezza”. Domenica la squadra sarà in trasferta al “Mazza” di Ferrara: “Contro la Spal è una partita delicata perché è una diretta concorrente. Dovremmo giocare come nel secondo tempo con il Chievo. Nel primo avevamo il freno a mano tirato. Sinora abbiamo concretizzato meno di quanto creato, ma sono sicuro che i nostri attaccanti si sbloccheranno”.

SPAL – A margine di un evento commerciale riguardante il settore giovanile, il presidente Walter Mattioli ha ribadito la fiducia della società nel tecnico Leonardo Semplici: “Spero sia sua volontà restare con noi. Noi vogliamo andare avanti con lui fino a fine stagione e possibilmente anche nella prossima. Continuo a pensare che questo sia un ottimo gruppo allenato da un ottimo tecnico. La sconfitta nel derby ci ha fatto male. Dobbiamo lavorare per eliminare quegli errori che in Serie B erano accettabili, ma che in Serie A si pagano a caro prezzo”. 

TORINO – Ripresa degli allenamenti al “Filadelfia” in vista della sfida con la Roma di domenica pomeriggio allo stadio “Grande Torino”. Lavoro differenziato per i cinque infortunati, ovvero Lyanco, Barreca, Obi, Acquah e Belotti. Iago Falqué, ex giallorosso, ha parlato a Torino Channel: “Il pareggio di Crotone ci ha lasciato un po’ di amarezza, ma un successo contro la Roma cambierebbe tutto. Se vincessimo saremmo in piena zona Europa, che poi è l’obiettivo di quest’anno. Nelle ultime partite abbiamo perso punti per alcuni episodi, ma non credo ci sia bisogno di creare allarmismi”.

UDINESE – Manuel Gerolin, ds dei friulani, è stato intervisto da “Il Messaggero” e ha dichiarato: “Il ritiro? Non si tratta di una decisione punitiva, né di un modo per stimolare la squadra. Una partita come quella di domenica ti dà la carica da sola…” Poi ha aggiunto: “Serve un altro atteggiamento, per questo ci sarà una verifica quotidiana del lavoro e il giudizio spetterà esclusivamente a Del Neri. Sarà l’allenatore a decidere di giorno in giorno se convocare la squadra in ritiro anche per la notte a seconda della risposta sul campo durante le sedute quotidiane”. 

  •   
  •  
  •  
  •