Volley Serie B: Montalbano si impone a Pescara 1-3 all’esordio

Pubblicato il autore: Corrado Bellagamba Segui


Volley Serie B. Buona la prima per la Medea Macerata che, dopo un inizio un po’ contratto, torna vincitrice da Pescara con un 3-1 sulla Gada Group nell’esordio in Serie B 2017-2018.

I valori tecnici premierebbero Macerata ma è Pescara 3 a partire meglio, con un approccio davvero coriaceo (che probabilmente sarà una costante di tutti gli avversari che la Medea incontrerà) ed un sostegno caloroso e corretto del pubblico, tutte cose che all’inizio sorprendono il sestetto ospite, che parte un po’ involuto

Molta incertezza sul sestetto base dei padroni di casa con coach Colella (che nell’arco della partita effettuerà diversi cambi di ruoli e formazione) che per l’inizio opta per la diagonale palleggiatore-opposto Di Camillo-De Fortunato, mentre coach Pasquali si gioca da subito Thiaw (nonostante un dolore al piede) in banda insieme a capitan Casoli. Nel primo set sono i pescaresi ad imporsi, nonostante un turno al servizio di Scuffia a metà set sembri poter cambiare il corso del parziale (44% di ricezione positiva per i padroni di casa, solo il 33% perfetta) ma non basta: 65% di efficacia offensiva per Pescara 3 che punisce una Medea ancora alla ricerca della sua miglior quadratura tra muro e difesa.

Leggi anche:  Milan, neanche il Covid ti ferma!

Medea che inizia il secondo set con altro piglio, inserisce un positivo Furiassi (3 ace, 6 punti con 50% di efficacia in attacco e 2 punti a muro a fine partita per lui) e costruisce sulla battuta la conquista del pareggio: 6 punti in battuta (3 del solo Scuffia) contro 4 per gli uomini di Pasquali che crescono in ricezione (59% perfetta contro il 53% del primo set) ma soprattutto riescono a mettere in crisi la ricezione avversaria (principale tallone di Achille pescarese, solo il 24% di ricezione positiva nel secondo set).

Recuperato il pareggio e rotto il ghiaccio, la formazione ospite comincia a giocare più sicura dei suoi mezzi trovando nel terzo set la sua miglior correlazione muro-difesa: 5 i punti a muro solo nel terzo set per la Medea, contro i 4 equamente ripartiti dei due set precedenti ed efficacia in attacco dei padroni di casa che precipita (65% nel primo set, 42% nel secondo, 26% nel terzo).

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, probabili formazioni Juventus-Napoli: ecco le scelte di Pirlo e Gattuso

Ultimo set che parte male per Macerata che recupera prontamente e sembra in grado di menare le danze come nel terzo. Qualche patema d’animo finale con il palleggiatore Di Camillo che in battuta mette in apprensione la ricezione della Medea che riesce comunque a far suoi i 3 punti.

GADA GROUP PESCARA -MEDEA MACERATA 1-3

GADA GROUP PESCARA 3: De Fortunato 10, Brunn, Marcotullio1, D’Onofrio 1, Michelucci 13, Zagaria 8, Montanaro 3, Iannario n.e., Berruti 6, Scorrano, Di Camillo 9, Bartuccio (L). All. Colella.
MEDEA MACERATA: Molinari A. 9, Benedetti 1, Casoli 11, Miscio, Medei n.e., Troiani, Molinari M. 10, Scuffia 25, Thiaw 2, Bussolari n.e., Furiassi 11, Gabbanelli (L1), Valenti (L2) n.e.. All. Pasquali

PARZIALI: 25-21 (25’), 20-25 (27’), 17-25 (23’), 22-25 (28’).

  •   
  •  
  •  
  •