Campionato Primavera 1 – Il bianconero si avvicina al vertice, l’Atalanta si inceppa, il tris dell’Inter è da primato.

Pubblicato il autore: Matteo Deklan Cecchetti Segui

Olivieri sommerso dai compagni


OBBIETTIVO PRIMATO –
L’Inter ha nel mirino il primato e contro il Torino ha solo un diktat: vittoria, tre punti e primato in solitaria. L’inizio non è arrembante perché il Torino copre le linee di passaggio e fa densità in mezzo. La pazienza è la virtù dei forti e l’Inter lo dimostra. Il traversone di Gavioli sarebbe innocuo, sarebbe perché Fiordaliso è goffo nell’intervento e gonfia la propria porta: inter in vantaggio grazie ad un autogol, segnali inequivocabili. I segnali arrivano anche nella ripresa con Rover e Odgaard che griffano il primato.

ANTICIPO AL FOTOFINISH – Le partite durano 90 minuti e oltre e il Milan lo ricorda al Chievo. Pobega indirizza il match, il solito Forte chiude i conti a ridosso del gong. I ragazzi di Gattuso sono sempre più nelle posizioni di vertice.

BIVIO NAPOLI – La primatista non supera l’ostacolo Napoli e l’Atalanta ferma la propria corsa. Il Napoli parte subito a razzo con Gaetano che sigla al 19′ della prima frazione il vantaggio partenopeo. La capolista metabolizza lo schiaffo e reagisce otto giri di lancette più tardi con Mallamo. La Dea trova anche il vantaggio con Kulusevski al 68′: assolo devastante concluso con la finalizzazione. Il Napoli però attendista trova il modo e il tempo per punire i bergamaschi. Servono solo quattro minuti a Gaetano per ristabilire il risultato iniziale. Napoli corsaro ferma l’Atalanta ma è ancora troppo distante dalle posizioni che contano.

Gaetano doppietta-men

BIANCONERO D’AUTORE – E’ una ricorsa lunga e faticosa, ma la Juventus si avvicina al vertice. Nicolussi Caviglia appoggia in rete l’ottimo assist basso di Marko Pjaca. Il Sassuolo ha il merito di crederci e Raspadori è indigesto per le marcature blande dei bianconeri. Il pari però dura poco perché Tripaldelli lavora per Olivieri e l’esterno sinistro non ha difficoltà a trovare il vantaggio. Memore di quanto già accaduto, la Juventus chiude i conti. L’asso Pjaca indovina il corridoio per Olivieri che batte in uscita Fasolino e sigla la doppietta personale. Il Sassuolo non è in alto per caso e il neo entrato Palma bagna l’ingresso con il gol che dimezza lo svantaggio. La Juventus è accorta e precisa dietro quanto basta per i tre punti.

Pjaca scruta l’orizzonte della prima squadra

POKER GIALLOROSSO – La Roma di De Rossi va al casinò di Genova e fa saltare il banco. Non è pomeriggio per i doriani testimoniato anche dall’autogol tragicomico di Veips sugli sviluppi di un flipper avviato da Krapikas,  proseguito da Antonucci e concluso in rete dallo sfortunato doriano Veips. E’ un caso perché tra Sampdoria, ultima, e la Roma c’è un abisso e Antonucci sigla due reti nello spazio di quindici minuti. Il poker giallorosso è griffato dal colpo di nuca di Trusescu. La Samp non ha nulla da perdere e sigla almeno il gol della bandiera con il rigore di Ibourahima Baldé, fratello minore di Keita Baldé, ex Lazio.

Leggi anche:  Serie A, il Milan non è ancora campione d'inverno ed ultima chance Inter. Ecco il perché

LE ALTRE – La Fiorentina pecca di continuità e l’Udinese può così approfittarne e avvicinarsi proprio ai gigliati, decisivo il penalty quasi a tempo scaduto di Ranieri. Il trend del Bologna continua e la nuova vittima ha i connotati del Genoa: 4-0 senza storia; Cozzari, Valencia, Pattarello e Djibril su rigore la serie vincente felsinea. Vedere la Lazio al penultimo posto è qualcosa di strano ma i biancocelesti non sono gli stessi degli anni scorsi e anche contro l’Hellas Verona non vanno oltre il punticino. Hanno però la forza di reagire al vantaggio ospite firmato Perazzolo. Perazzolo è la faccia della stessa medaglia perché al 83′ stende in area Spizzichino: rosso e penalty. Miceli è glaciale dagli undici metri ed evita un nuovo tracollo biancoceleste.

 

RISULTATI 10ª GIORNATA:
Chievo Verona-Milan 0-2
Juventus-Sassuolo 3-2
Lazio-Hellas Verona 1-1
Bologna-Genoa 4-0
Napoli-Atalanta 2-2
Sampdoria-Roma 1-4
Udinese-Fiorentina 1-0
Inter-Torino 3-0

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, dove vedere Juventus Napoli: streaming gratis e diretta TV Rai 1?

 

CLASSIFICA:
Inter 22
Atalanta 21
Milan 19
Genoa 17
Torino 15

Sassuolo 15
Fiorentina 15
Juventus 15
Roma* 14
Udinese 12
Chievo Verona 11
Napoli 10
Hellas Verona 10
Bologna 9
Lazio 9
Sampdoria 5

  •   
  •  
  •  
  •