Clamoroso, Carraro: “Calciopoli? Solo chiacchiere”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

Franco Carraro

L’ex presidente di Milan e della FIGC Franco Carraro, è intervenuto rilasciando una lunga intervista riguardo probabilmente il più grande scandalo del calcio italiano, che ha sconvolto e non poco tutto il mondo che coinvolgeva la Serie A e non solo. Ormai la storia è nota; secondo l’accusa i campionati 2004/2005 e 2005/2006, vinti dalla Juventus ma revocati in seguito al termine del processo, erano irregolari e manovrati illecitamente da Luciano Moggi ex dg dei bianconeri dal 1995 al 2006, appunto, con la conseguente retrocessione in Serie B della Vecchia Signora nella stagione successiva.
All’epoca dei fatti il calcio italiano aveva come presidente federale lo stesso Carraro che ha assistito all’assegnazione delle penalizzazioni inflitte non solo alla Juventus, ma anche a Milan, Fiorentina, Lazio tra le altre, il quale ha rilasciato le seguenti parole al “Corriere della Sera”: “Io le carte dell’inchiesta su Moggi non le ho neanche lette, ma le consegnai ugualmente al procuratore federale Stefano Palazzi, un po’ come è accaduto recentemente con la vicenda che riguarda l’infiltrazione della ‘Ndrangheta nella curva della Juventus. Non esistevano reati penali ma la giustizia sportiva è più severa rispetto a quella ordinaria.
Moggi era contento che venisse chiamato Lucky Luciano, era contento che le sue vittorie venissero legate alla sua capacità di scoprire nuovi talenti ma si fregiava anche del suo talento di saper influenzare gli arbitri a modo suo, però non è mai riuscito a far vincere la Juventus illecitamente. Personalmente ho riposto alcuni dubbi solamente nel caso del rigore non assegnato a Ronaldo nel 1998, ma per il resto posso dire tranquillamente che Calciopoli si basa sul nulla, sono solo chiacchiere per una questione meramente di potere, per cui i campionati 2004/2005 e 2005/2006 erano regolari. Quanto a me, io ho commesso solamente un errore che consisteva nel voler sostituire i designatori arbitrali troppo presto, mettendo al posto di Pairetto e Bergamo, lo stesso Collina, ma quando i due lo hanno saputo, hanno cercato gli appoggi giusti con atti impropri.”

Questo quanto affermato da Franco Carraro riguardo un argomento spinoso che mai si concluderà definitivamente. E’ indubbio che questa storia abbia dei risvolti ancora da scoprire interamente perché sono ancora molti i punti oscuri di questa vicenda. Inoltre sono state oltremodo sbagliate le tempistiche nel concludere un processo che sarebbe dovuto proseguire per più tempo, dato che a distanza di 11 anni, ancora non si ha un’idea chiara di quanto avvenuto in quei campionati che hanno fatto tanto discutere ed arrabbiare i tifosi di tutta Italia.
Ma non si parla solamente di quelle due stagioni, dato che già dal lontano 1998 sono iniziate le polemiche ed i dubbi riguardo l’irregolarità dei campionati a vantaggio della Juventus. Ma le parole di Carraro, per quanto vere possano essere, lasciano sempre il dubbio sulla veridicità di quanto è emerso al termine del processo sportivo del 2006 ed in futuro potrebbero emergere nuovi dettagli per fare ancor più luce su questo scandalo ormai antiquato.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Coppa Italia, dove vedere Inter-Milan: streaming e diretta tv