Conte chiede soldi alla FIGC, lettera di diffida dell’ex ct della Nazionale

Pubblicato il autore: Mirko Matteoni Segui


Il nome di Antonio Conte era tornato in auge in queste ore come un vero e proprio sogno per rilanciare la Nazionale italiana di calcio dopo la debacle Mondiale. Il nome dell’ex ct è uno di quelli in grado di scaldare il cuore degli italiani e trasmettere fiducia a tutto il movimento calcistico italiano. Se, però, l’operazione sembrava già difficile di suo viste le tante voci di mercato circa il possibile approdo del tecnico del Chelsea al Milan la prossima stagione ora spunta una clamorosa rivelazione.

Per Carlo Tavecchio, infatti, non solo la grana dell’esonero di Gian Piero Ventura che costerà alle casse della Federazione italiana ben 800mila euro di buonuscita, ma ora anche vecchi contenziosi con l’ex ct. Secondo quanto riportato da La Stampa, infatti, ieri alla FIGC è arrivata una lettera di diffida proprio da parte di Antonio Conte che chiede circa 400mila euro. Alla base di tale richiesta lo sfruttamento dei diritti di immagine nel periodo che va dall’eliminazione agli Europei alla sua firma con il Chelsea. Un contenzioso che inclina i rapporti con Tavecchio ed arreca un’altra dura mazzata in termini economici ed immagine all’attuale presidente della Federazione. Un momento davvero buio per i vertici del calcio italiano.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Lele Adani a Napoli, in ricordo di Diego Maradona