Inter, Icardi via? No, è il solito gioco di Wanda

Pubblicato il autore: Marco Alessandri Segui


Ci risiamo. Ogni anno, puntualmente, arriva la notizia di un forte interessamento di squadre come Real Madrid, Paris-Saint-Germain o Napoli per Mauro Icardi, attaccante e capitano dell’Inter. Questa volta è stato il turno dei Blancos che, secondo la stampa spagnola, vorrebbero portare l’attaccante argentino a Madrid, magari già a gennaio. Possibile? Assolutamente no, perché per quanto il mercato sia cambiato notevolmente negli ultimi anni, è difficile pensare che una tale operazione possa verificarsi nella sessione invernare, con più di metà stagione ancora da giocare. E allora tutto rimandato a giugno, quando di questi discorsi se ne sentiranno ben di più, in quello che ormai è diventato un gioco, una caccia allo scoop.
Icardi ama l’Inter, tanto che non perde occasione per dirlo. Chi lo conosce sa che l’argentino è prima un tifoso che un giocatore e questo, nelle sue scelte, non può non pesare. Il rinnovo firmato lo scorso gennaio, a 5 milioni netti a stagione, ha calmato le acque, dopo che Juventus e soprattutto Napoli avevano bussato alla porta dell’Inter. Proprio i partenopei, ad agosto 2016, sembravano a un passo dal raggiungere l’accordo, forti anche dell’apprezzamento del procuratore del bomber argentino, sua moglie Wanda Nara. L’offerta del patron De Laurentiis, assai singolare, prevedeva anche una partecipazione della stessa signora Icardi in uno dei film prodotti dal presidente azzurro, quasi a voler corteggiare lei per convincere Mauro a scegliere Napoli. Il destino, invece, ha voluto che Icardi declinasse l’offerta, ricevendo in cambio dall’Inter il tanto desiderato (e meritato) aumento di stipendio. E, allora, il gioco portato avanti per tutta quell’estate da Wanda Nara cominciò ad avere un senso.
Oggi, pur senza camei offerti, lo scenario sembra lo stesso. Wanda Nara, che si sta sempre più dimostrando uno dei migliori procuratori dell’intero ambiente calcistico quando si parla di fare il bene del proprio assistito, ha avvertito la possibilità di arrivare a un aumento, forte anche della figura che Icardi sta ricoprendo all’Inter. Certo, il capitano ha sì detto che gli piacerebbe giocare al Bernabeu, ma ama San Siro e i colori nerazzurri e difficilmente lascerà, specie se dovesse finalmente arrivare la qualificazione alla Champions League. A quel punto, allora, Icardi potrà anche andare a giocare al Bernabeu, ma sempre con la sua maglia nerazzurra numero 9 e con la fascia addosso.

Leggi anche:  Inter-Milan 2-1, scontro Ibrahimovic e Lukaku: ecco le frasi dette
  •   
  •  
  •  
  •