Inter, Sarri punzecchia i nerazzurri: “Giocano a un altro sport”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Maurizio Sarri ha commentato la vittoria di Udine nelle interviste del post partita. Il Napoli non è stato bello come al solito, ma molto efficace, e il mister toscano ha elogiato in primis la prestazione difensiva dei suoi ragazzi: “non avevamo scorie in testa, dopo l’impegno profuso in coppa. Abbiamo tirato con minore qualitá del solito, ma per livello di attenzione e concentrazione è stata una delle nostre prove migliori. Siamo mancati in qualitá, ma era difficile giocare in un terreno non all’altezza della categoria. Il campo ci ha tolto un tocco ad ogni giocata e l’Udinese ci ha tirato dentro a una partita sporca. Maggio e Chiriches hanno dato risposte molto positive. Di Maggio ne abbiamo parlato durante la settimana, ha fatto due partite ravvicinate su ottimi livelli: per un ragazzo chiamato in causa raramente è un segnale fortissimo, vuol dire che è rimasto con la testa nel gruppo e si è allenato ai massimi livelli, possiamo farci affidamento in maniera totale. Anche il rumeno sta facendo bene e, quando è chiamato in causa, ci ha dato sempre risposte molto positive. A volte rischia qualcosa di troppo perchè si fida del suo essere un difensore molto tecnico, per il resto sappiamo che le venti partite tra campionato e coppa le fa. Da agosto non ci alleniamo mai, si gioca e basta. Una considerazione che facciamo spesso nello spogliatoio è che abbiamo qualità tecniche offensive eccellenti, quindi se cresciamo nell’attenzione difensiva possiamo fare nostre anche le partite dove non siamo molto brillanti.Interpreto questa prova come una presa di coscienza della squadra e questo è un passo in avanti enorme. Spetta a noi dimostrare che non si è trattato di un caso, solo confermarsi, avere continuità, ci dirà se siamo cresciuti in questo o no. La Champions? Ti toglie qualcosa è chiaro, perché puoi recuperare fisicamente ma dal punto di vista delle energie mentali e nervose ti spreme. Hai un down naturale da cui è difficile ricaricarsi completamente per una partita di campionato ‘normale’. Non invece da un punto di vista di energia fisica”

Sarri è fiducioso per il big match di venerdì sera contro la Juventus e non perde l’occasione per lanciare una frecciatina all’Inter, squadra che secondo lui ha un grande vantaggio rispetto alle rivali : “affronteremo la Juventus più forte di sempre, ma noi stiamo molto bene. Fisicamente i numeri dicono che stiamo fornendo prestazioni di alto livello. Non credo che la Juve a ventiquattro gare dalla fine abbia pressione. La classifica è molto corta e il campionato è lunghissimo, non è ancora una partita decisiva per lo scudetto. Gli aspetti più pericolosi sono il recupero delle energie mentali e nervose, ma contro i bianconeri non c’è questo pericolo. Scenderemo in campo consapevoli di quanto i nostri tifosi ci tengano, aldilà dell’importanza della partita stessa. Penso che l’Inter sia una squadra solida, una societá forte e hanno un vantaggio non da poco: si allenano sette giorni tra una partita e l’altra e ti garantisco che è un altro sport. Hanno giocatori fortissimi, è solida e non puoi concederle niente.”

  •   
  •  
  •  
  •