Italia, Buffon distrugge le teorie di Ventura e Tavecchio

Pubblicato il autore: Stefano Scibilia Segui

Gianluigi Buffon, capitano dell'Italia

Ieri sera l’Italia ha subito una sconfitta discutibile contro la Svezia, che ha giocato una partita prettamente sul piano fisico e nervoso, riuscendo a portare a casa il risultato di 1-0 che gli azzurri dovranno ribaltare obbligatoriamente nel match di ritorno che andrà in scena a San Siro lunedì. Una situazione delicata per la Nazionale che se non dovesse riuscire in questa impresa dovrà dire addio al sogno Mondiale.

Ventura e Tavecchio hanno più volte ribadito che la colpa è da attribuire principalmente alla gestione arbitrale, ma a smentire questa teoria è stato Gigi Buffon, che come riportato da “AlfredoPedullà.com”, nel post partita ha fatto la sua analisi: “l’unica cosa da evitare è fare proclami o sentirsi sfortunati, bisogna mantenere la testa alta e le spalle dritte. Ci sono altri 90 minuti e vogliamo sfruttarli al meglio. Ventura ha detto che mi ha visto feroce? Mi auguro che sarà una caratteristica di tutti, speriamo di passare una bella serata lunedì. Mi aspetto che chi sarà a San Siro si sfili la maglia della squadra del cuore e mostri con orgoglio quella azzurra, che abbiamo tutti sulla pelle. Abbiamo perso la prima, ma abbiamo altri 90 minuti per ribaltare questa situazione complicata. La prima regola è non piangersi addosso, sono volate tante botte stasera, anche gratuite e al limite. La partita  stata maschia e il direttore di gara ha arbitrato all’inglese, mi auguro che sia questo il metro di giudizio anche al ritorno in caso di situazioni simili. Bisogna essere per forza fiduciosi in vista di lunedì, altrimenti avremmo già perso. La gara di oggi è stata decisa dagli episodi. Non serve a niente perdere energie nell’analisi dei dettagli di stasera. A San Siro servirà una partita gagliarda, una partita da Italia”, ha concluso Buffon.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juve Stabia Casertana 0-2: Turchetta e Castaldo gol, Vespe ko al Menti