Italia: Qualificazione ai Mondiali a rischio. Colpa dei giocatori o del Ct Ventura?

Pubblicato il autore: Omar Bonelli Segui

Risultati immagini per mondiali 2018
Dopo la brutta sconfitta ottenuta a Solna contro la Svezia per 1-0, l’Italia e il Ct Gianfranco Ventura si leccano le ferite, in attesa del riscatto che tutti noi italiani ci aspettiamo lunedì sera a San Siro, anche se non sarà facile perché per accedere ai Mondiali in Russia servirà una vittoria con 2 gol di scarto (con l’1-0 si andrebbe ai suplementari), ci vorrà quindi tutta un’altra Nazionale per ribaltare il risultato dell’andata.
Ma andiamo ad analizzare le motivazioni che vedono l’Italia così in difficoltà, ma soprattutto capire di chi sono le maggiori responsabilità, dei giocatori o di Ventura?

CALCIATORI SOTTOTONO IN NAZIONALE, VENTURA CHE CONFUSIONE TATTICA!
Tutti quanti gli italiani che seguono il calcio, si saranno chiesti ma come mai alcuni calciatori nell’Italia sono sottotono, prendiamo in considerazione ad esempio Verratti, il centrocampista azzurro è osannato a Parigi, il Barcellona era pronto a fare follie per lui, possibile che in Nazionale non riesce mai a fornire prestazioni convincenti, dovrebbe essere uno dei valori aggiunti, ma spesso il 25 enne pescarese non riesce ad incidere, per passare poi a Immobile che quest’anno in serie A segna quasi tutte le domeniche e nella partita contro la Svezia è stato inconsistente, ora questo discorso si potrebbe fare anche per molti altri, ma quelli più eclatanti sembrano proprio i due “gioellini” di quel magnifico Pescara di Zeman di qualche anno fa.
Il Ct Giampiero Ventura sembra in confusione, almeno dal punto di vista tattico, possibile che un allenatore che ha sempre basato il suo calcio sugli esterni e sul gioco offensivo e abbia fatto vedere ottime cose con Pisa, Bari e Torino almeno negli ultimi anni, ma nella sua lunga carriera di allenatore sono molti altri i successi ottenuti, adesso non riesca a dare un gioco a questa squadra, ma soprattutto sembra non avere idee chiare su come giocare e a quali interpreti affidarsi.
L’allenatore genovese non è sicuramente ai livelli del suo predecessore Antonio Conte, non è un selezionatore forse, ma sicuramente è un buonissimo tecnico che anche se non ha allenato club di altissimo livello, alla guida dell’Italia può starci eccome a patto che il gruppo lo segua e che dia certezze tattiche e tecniche alla squadra. Ora le valutazioni su Ventura possono essere svariate e molti non lo ritengono all’altezza ma vorrei fare a tutti quanti una domanda: Come si chiama l’allenatore della Svezia? Chi ha allenato in passato?
In pochi lo sapranno e io sono tra quelli che non sapevo nemmeno il suo nome, il Ct svedese è Jan Andersson ha 55 anni ed è alla guida della Nazionale scandinava dal 6 aprile 2016, in carriera ha allenato solo nel campionato svedese, conta nel suo palmares un campionato svedese nel 2015 con il Norrkoping. Non mi sembra che sia più quotato del nostro Ventura!

Leggi anche:  Prva Liga croata: Dinamo Zagabria-Fiume 0-2

LA SQUADRA SVEDESE
Veniamo ora alla squadra svedese, a parte Forsberg centrocampista offensivo che si sta imponendo nel Lipsia in Bundesliga e sta facendo anche buone cose in Champions League, gli altri 10 che sono scesi in campo ieri sera, farebbero fatica a giocare in un club di livello medio-basso del campionato italiano. Ad esempio contro l’Italia giocavano titolari Krafth difensore che gioca nel Bologna, Ekdal ex Cagliari, Siena e Bologna ora all’Amburgo, mentre in panchina c’erano Helander e Rodhen rispettivamente al Bologna e al Crotone. Se si considera che Ibrahimovic era assente e con lui la Svezia non si è qualificata sia nel 2010 che nel 2014, questa Svezia è una buona squadra ma niente di più. Ora con tutto il rispetto per la formazione svedese, la formazione azzurra è di gran lunga superiore, il problema è che manca l’atteggiamento, la grinta, la voglia di vincere a tutti i costi, cosa in cui la Svezia almeno all’andata ci è stata superiore e in questo calcio dove la struttura fisica e la corsa sono sempre più determinanti ha prevalso. Ma il calcio da sempre un’altra possibilità, anche se in questo caso è l’ultima, lunedì stadio San Siro gara di ritorno Italia se ci sei batti un colpo, ragazzi che indossate la gloriosa maglia azzurra date tutto e fate esultare 60 milioni di italiani che vogliono andare ai Mondiali, in tutti i modi.

  •   
  •  
  •  
  •