Italia-Svezia, ecco il possibile undici azzurro. Florenzi terzino, Immobile preferito a Belotti

Pubblicato il autore: Ivan Aiello Segui

E’ ufficialmente iniziato il countdown che porta alla gara d’andata contro la Svezia valida per lo spareggio d’accesso alla fase finale del torneo iridato. La nostra Nazionale volerà nei freddi paesi scandinavi per disputare il primo match del doppio confronto Venerdì 10 Novembre (con ritorno al Giuseppe Meazza di Milano lunedì 13) e iniziano a circolare le prime ipotesi di formazione sull’undici azzurro che potrebbe scendere in campo alla “Friends Arena” di Stoccolma con l’obiettivo di scongiurare “l’Apocalisse”.
La concentrazione e la pressione a Coverciano è altissima e Gian Piero Ventura pensa esclusivamente al doppio impegno cruciale che attende la sua formazione, glissando ogni tipo di polemica (o meglio, rimandando le risposte a qualificazione avvenuta, evento di cui è assolutamente certo in considerazione della motivazione e della voglia riscontrata nel suo gruppo) sul cammino non esattamente brillante degli Azzurri.
La squadra ha svolto il suo primo allenamento nel pomeriggio di ieri e al momento le intenzioni del commissario tecnico sembrerebbero quelle di schierare il 3-5-2 (lo stesso modulo con cui Antonio Conte giocò contro la Svezia agli Europei di Francia nel 2016), sebbene, come affermato dallo stesso Ventura, non sarà determinante il modulo che verrà applicato, ma l’approccio che i suoi ragazzi avranno alla partita e la determinazione che metteranno in campo.
La possibile formazione anti-Svezia vede (ovviamente) Buffon tra i pali, difesa a 3 targata BBC (Bonucci, Barzagli e Chiellini), quindi un centrocampo a 5 con il rientro del romanista Alessandro Florenzi sulla sua fascia di competenza, ovvero la destra. Il giallorosso sta disputando un ottimo inizio di campionato e sembrerebbe stia tornando ai livelli altissimi d’intensità agonistica e tecnica ai quali ci ha abituato nelle passate stagioni. Anche in questo un po’ di merito va dato a Eusebio Di Francesco, molto abile fin qui nel dosare il terzino dalla ripresa del brutto infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi per l’intera scorsa stagione.
Il centrocampo si completa con Antonio Candreva sulla fascia sinistra e in mezzo il laziale Parolo, Marco Verratti e Daniele De Rossi. Anche per l’altro romanista si tratta di una serata molto particolare, dato che giocherà la sua partita numero 117 in maglia azzurra superando il “Maestro” Andrea Pirlo che ha appena annunciato il suo ritiro dal calcio giocato.
La coppia d’attacco sarà composta dal capocannoniere della Serie A Ciro Immobile (preferito al “gallo” Belotti non ancora in perfetta forma dopo lo stop) e dal ritorno di Simone Zaza (l’attaccante del Valencia ha saputo riconquistare la fiducia di Ventura a suon di gol e di prestazioni eccellenti in questa prima parte della Liga, come confermato dallo stesso commissario tecnico in conferenza stampa).
Questa formazione (e questo modulo) sembrano al momento dare maggiore garanzia al CT Gian Piero Ventura che, non a caso, confermerebbe sette undicesimi della formazione che ha già battuto la Svezia a Tolosa agli Europei di Francia del 2016 consentendo il passaggio della squadra di Conte agli ottavi.
Ventura si aspetta la “solita” Svezia, anche senza un personaggio del calibro di Zlatan Ibrahimovic, vista durante gli Europei, ovvero una squadra molto solida e fisica.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Donnarumma vince il premio Yashin come miglior portiere