Italia, the day after: le scuse di Sandro Pochesci

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Italia

Dalle dichiarazioni al veleno di ieri alle scuse di oggi: l’allenatore della Ternana, Sandro Pochesci, nel day after, spiega i motivi delle sue parole pepate e si scusa con quanti abbiano interpretato in maniera offensiva la sua esternazione.
La prestazione dell’Italia contro la Svezia ha sicuramente scoraggiato tutti quanti, tifosi e simpatizzanti: “una Nazionale così scarsa non si vedeva da anni” è il leitmotiv che ci accompagna da venerdì notte ad oggi.
Tuttavia a destare particolare scalpore sono spesso le dichiarazioni che provengono dagli addetti ai lavori, i quali dovrebbero talvolta comprendere le pressioni e le difficoltà di chi si siede su una panchina che scotta, come lo è appunto quella del commissario tecnico dell’Italia, Gian Piero Ventura.

 

Italia, le scuse di Sandro Pochesci

Le dichiarazioni del tecnico della Ternana hanno avuto una grande diffusione mediatica. Nella conferenza stampa della vigilia della gara contro il Novara, senza mezze misure Pochesci aveva contestato tutto e tutti, puntando il dito contro gli azzurri per aver perso banalmente contro una squadretta, qualificando all’uopo la Svezia come una squadra di Lega Pro. Lo stesso tecnico ha poi rincarato la dose, affermando che la rovina dell’Italia è data da tutti questi stranieri che giocano nei nostri campionati, usando nella circostanza un linguaggio scurrile e colorito.

Leggi anche:  Lazio Luiz Felipe si ferma: ha scelto di operarsi alla caviglia

Oggi Pochesci, ravvedutosi dello show in parte comprensibile, si è scusato per aver proferito quelle parole. Lo ha fatto ai giornalisti a margine della partita pareggiata questo pomeriggio contro il Novara:Chiedo scusa se ho offeso qualcuno – esordisce Pochesci – in particolare con la Federazione, con il presidente Tavecchio e anche con il mister Ventura, persona che stimo molto. Il mio è stato un semplice sfogo da tifoso della Nazionale – continua il tecnico – Non volevo offendere nessuno. Purtroppo o per fortuna, sono l’allenatore di una squadra gloriosa come la Ternana e questo ha messo in risalto le mie parole“.

Un ravvedimento che si spera possa essere di buon auspicio: la giustificazione alle sue parole risiede nel fatto che il tecnico Pochesci è nato nel 1963 e da allora, ha affermato, “l’Italia ha sempre partecipato al Mondiale“.

Leggi anche:  Novità per la Supercoppa Italiana: verrà utilizzata per la prima volta in Europa. Ecco i dettagli

Infine una scusa più particolare per il c.t. dell’Italia: “Non era mia intenzione attaccare le scelte del mister Ventura che è un maestro per me. Lo stiamo studiando anche al corso a Coverciano e presto lo incontrerò“, conclude Pochesci.

  •   
  •  
  •  
  •