Juventus, Allegri in conferenza: “Oggi siamo una squadra da quarto posto in classifica. Dybala? Importante come gli altri”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

Alla vigilia della super partita di Champions League tra Juventus e Barcellona in programma all’Allianz Stadium di Torino, ha parlato come di consueto Massimiliano Allegri, che ha analizzato, oltre la sfida di questa sera contro il Barcellona, il momento non facile che la sua squadra sta attraversando in questo periodo. La Juve ultimamente ha incassato troppi gol e la fase difensiva è diventata il punto debole dei bianconeri, avendo subito in campionato già 14 reti in 13 gare e Allegri ha iniziato la conferenza parlando proprio di questo problema: “Abbiamo perso due partite in campionato, bisogna migliorare e ritrovare equilibrio soprattutto per quanto riguarda la fase difensiva, perché è vero che abbiamo segnato tanto, però abbiamo subito allo stesso tempo tante reti. Dobbiamo tenere presente che in trasferta abbiamo sempre incassato almeno due reti e questo non va per niente bene. E’ necessario essere più reattivi ed avere un’attenzione maggiore, perché nell’ultimo periodo siamo andati spesso in confusione, ma nel resto della stagione abbiamo sempre fatto bene. Contro la Sampdoria abbiamo disputato una buona partita sul piano tecnico, è mancato solo il risultato. Al momento siamo una squadra da quarto posto, per quanto prodotto fino a questo momento. Tutti noi vogliamo arrivare a conquistare il settimo scudetto consecutivo e per farlo è necessario grande impegno e dedizione.”

E sulla sfida contro il Barcellona, Allegri afferma: “In 14 partite ha subito solamente 2 gol e ne ha segnati 22, frutto di un buon equilibrio per quanto riguarda la doppia fase. Sappiamo bene che sarà una partita difficile ma domani abbiamo la possibilità di passare il turno e servirà molta pazienza per affrontare il Barcellona. Se si vincerà saremo bravissimi, se perderemo dovremo solo stare zitti e continuare a lavorare per riuscire ad arrivare a marzo nelle migliori condizioni possibili. Noi speriamo di arrivare ad Atene nelle migliori condizioni. Formazione? Devo ancora valutare se riposano Khedira e Mandzukic per far spazio rispettivamente a Matuidi e Douglas Costa. Domani sarà ancora più importante la fase difensiva dato che Messi quando è in possesso palla è difficile da fermare, fa delle cose veramente straordinarie, e cureremo ogni aspetto migliorabile.”

Per quanto riguarda il discorso Dybala, Allegri non si sbilancia: “Domani può giocare titolare, è un giocatore importante come lo sono gli altri per la squadra, ma non si può paragonare a Messi, perché sono due giocatori completamente diversi anche fisicamente, mi sembra anche chiaro dal punto di vista tattico. Il rigore di domenica lo ha tirato Higuain perché lo ha voluto realizzare lui. Noi disponiamo di due rigoristi: Dybala e Higuain.”

  •   
  •  
  •  
  •