Juventus, Del Piero avvisa: “L’appagamento è l’incubo di ogni allenatore”

Pubblicato il autore: Stefano Scibilia Segui

La Juventus dopo il pareggio per 0-0 contro il Barcellona ha subito diverse critiche poiché tutti si aspettavano una prestazione migliore dalla squadra che quest’anno si ritrova ad avere qualche difficoltà in più a livello di gioco. A parlare del momento dei bianconeri è stato una leggenda del club come Alex Del Piero, storico capitano della Juventus, che ha fatto la sua analisi sulla squadra in un’intervista rilasciata alla “Gazzetta dello Sport”: “Mercoledì si è trattato di un’involuzione calcolata. Ho sentito dire che pareggiare o perdere era lo stesso. Non è vero: adesso lo Sporting può solo vincere e la Juve non è costretta a farlo. Il punto è stato fondamentale per morale e classifica, anche se il Barcellona ha dominato a lungo. L’inconscia sensazione di appagamento è il primo incubo per allenatore e giocatori dopo tanti successi. Cattiveria e agonismo vengono a galla più facilmente quando perdi. Ma vedo sempre grande impegno. E’ uno dei crucci di Allegri. Questa Juventus è costruita per fare un gol in più dell’avversario, non per prenderne uno in meno. Forse serve solo un po di tempo per digerire il cambiamento”.

Del Piero, infine, ha parlato di Dybala che nel match contro il Barcellona è stato senza dubbio il migliore in campo, grazie alle sue iniziative di gioco e al gol sfiorato nel finale: “Contro il Barcellona Paulo ha giocato molto bene, è stato l’unico a fare qualcosa in più. Ha tenuto palla, preso falli e sfiorato la rete nel finale. Lo frega il macello di gol che ha segnato ad inizio stagione. Dybala sta alzando ulteriormente l’asticella. Troverà l’equilibrio per tornare ai suoi livelli”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Sky Calcio Club, Fabio Caressa: che delusioni! Gomez, Vidal...