Juventus, il modulo con il Barça replicabile in campionato? L’incognita è Mandzukic

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


La Juventus contro il Barcellona ha cambiato modulo, dimostrando equilibrio, forza e maggiore sicurezza. Adesso il dubbio è se questo 3-4-2-1 schierato contro i catalani possa essere replicabile in campionato. C’è anche da evidenziare che a questo lato positivo se ne contrappone un altro negativo ovvero l’inserimento di Mandzukic.

Se la partita non è stata esaltante pur concludendosi con un risultato utile per bianconeri, il cambio di modulo di Allegri ha stupito tutti. Nel 3-4-1-2, Benatia al centro che ha giocato una delle migliori partite della stagione, sia marcando l’uomo che per quanto riguarda la lettura dei cross in arrivo. Buona prestazione anche per Rugani mentre Barzagli è stato sempre la solita sicurezza della difesa bianconera. A centrocampo Alex SandroCuadrado sulle fasce con Pjanic e Khedira centrali. In avanti Douglas Costa ha sostituito Mario Mandzukic e affiancato Higuain e Dybala.

Con Allegri intenzionato a riproporre il modulo (e gli undici) schierati ieri contro il Barcellona, i dubbi maggiori riguardano proprio l’utilizzo di Mandzukic. Il croato è un idolo dei tifosi bianconeri ma ultimamente sta rendendo meno del previsto, togliendo dinamicità alla squadra. Le sue prestazioni sono state anche criticate da non pochi addetti ai lavori che ne criticano la collocazione sulla fascia.  Di certo l’attaccante non si accontenterà di un ruolo da rincalzo ma Allegri, in un periodo denso di impegni decisivi per il prosieguo della stagione, vuole puntare su chi al momento gli dà maggiori garanzie. Le prossime partite ci diranno di più. Nel frattempo è certo che Mandzukic non è più intoccabile.

  •   
  •  
  •  
  •