Juventus, Marotta parla dello scudetto. E poi su Dybala e Bonucci…

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui


La Juventus ha fatto il bottino pieno in quest’ultima giornata di campionato. I bianconeri infatti hanno vinto per 2-1 contro il Benevento accorciando il distacco in classifica da Napoli e Inter che hanno invece pareggiato.
Al riguardo si è espresso Beppe Marotta, che ospite della trasmissione la Domenica Sportiva, ha parlato del discorso scudetto, sottolineando come non fosse il Napoli la squadra che teme di più. “Temo più l’Inter perché senza impegni internazionali può modulare meglio la preparazione . Non è spettacolare  ma è concreta. Credo sia la rivale più temibile”, ha affermato Marotta, che sul Napoli ha poi aggiunto: “Il loro cammino finora è stato straordinario, il nostro invece ordinario. Ma rispetto allo scorso anno siamo in perfetta media”.

Marotta, le dichiarazioni su Bonucci

Marotta non si è limitato a parlare della corsa scudetto, ma è tornato ad analizzare il caso Bonucci, o meglio la sua cessione nella scorsa sessione estiva del calciomercato al Milan. Il ds ha ribadito che alla base di questa cessione c’è stata la volontà dello stesso difensore: “Aveva preso la decisione di andare via. Gli siamo andati dietro perché non tratteniamo i giocatori. Ha fatto una scelta anche per ambizione personale, sta trovando delle difficoltà ma è un ottimo giocatore”.
Ricordiamo che al momento, Bonucci non ha avuto ancora la possibilità di incontrare la sua ex squadra da avversario. Infatti, nello scorso Milan-Juventus, il difensore si trovava in tribuna a causa della squalifica rimediata con l’espulsione in una delle precedenti gare di ritorno. La gara di ritorno si disputerà all’Allianz Stadium che per lunghi anni è stata la “casa” dello stesso Leonardo Bonucci. Come verrà accolto il giocatore? Al momento è ancora troppo presto per dirlo, ma già a San Siro, si sentì qualche coro contro il difensore.

Leggi anche:  Conte nervoso, l'Inter deve ripartire

Marotta e il caso Dybala

In casa Juventus sembrava esser nato un caso Dybala. L’attaccante Argentino non aveva accettato la sostituzione di Lisbona, lanciando i parastinchi verso la panchina per manifestare la sua rabbia. Marotta è intervenuto anche su questa questione smontando subito il caso. “Per quanto riguarda Dybala non c’è nessun problema“. Il ds si era già espresso anche negli scorsi giorni tramite i microfoni di Premium Sport, motivando la decisione del club, di non prendere nessun provvedimento nei confronti dell’attaccante: “Lo ritengo un comportamento normale, che ci sta in quel contesto in cui il giocatore voleva aiutare la squadra. La società è sempre presente e sa quando è il momento di intervenire”. Marotta ha poi aggiunto: “Il leader dello spogliatoio è Allegri, con cui noi abbiamo un dialogo quotidiano, ed è lui a gestire quelli che di fatto sono stati dei semplici casi di adrenalina eccessiva dovuta a un cambio”. In casa Juventus quindi ora regna l’armonia, l’armata bianconera infatti ora ha un unico obiettivo c’entra la qualificazione al prossimo turno di Champions League e cercare strada facendo di riconquistare la finale. Proprio sull’ultima sconfitta in finale a Cardiff, Marotta ha concluso: “Cardiff? Ormai abbiamo imparato a perdere le finali. Ma un successo in Coppa è qualcosa che si aspettano i nostri tifosi e anche noi”.

  •   
  •  
  •  
  •