Juventus, per Buffon non è ancora finita: ecco altri due primati da raggiungere

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Juventus

È diventato il simbolo della Nazionale quando, con le lacrime agli occhi e la certezza di non poter più raggiungere il record assoluto dei sei Mondiali consecutivi con la maglia dell’Italia, annunciò l’addio ai colori azzurri.
Dalle scuse ai bambini delusi dalla mancata qualificazione della Nazionale alla prestante figura di leader in seno allo spogliatoio, riconosciuta e omaggiata dagli stessi compagni, la storia di Buffon meritava senza dubbio un diverso epilogo. E poco importa se c’è qualcuno sempre pronto a criticarlo, magari perché non si fida dei piagnistei e addita il numero 1 dell’Italia come un vero e proprio attore, capace di rubare la scena con le sue finte lacrime. Il portierone della Nazionale è e resterà un’icona di questo calcio, quello italiano offeso e deluso da questa cocente disfatta, imprevista ed imprevedibile

Leggi anche:  Coppa Italia, probabili formazioni Inter-Milan: dubbi per Pioli, Conte lancia Eriksen?

Juventus, per Buffon ci sono altri traguardi da raggiungere

Dopo l’harakiri made in Italy inscenato lunedì sera al Meazza, torna la Serie A con le sue avvincenti sfide e la rincorsa al Napoli capolista solitario, con la Juventus a rosicchiargli punti, distante ora una sola lunghezza. Domenica pomeriggio i bianconeri torneranno in campo: gli uomini di mister Allegri faranno visita la Sampdoria al “Luigi Ferraris“, una sfida da non sottovalutare considerato l’evidente stato di forma dei doriani

Questa gara potrebbe rappresentare la giusta panacea per Buffon che potrà continuare a rincorrere altri due ambitissimi primati. Il primo è senza dubbio il record di presenze in Serie A: il portiere della Juventus dovrà giocare 21 partite sulle 26 a disposizione per eguagliare e superare Paolo Maldini, il cui record si ferma a 647 gare. Considerato lo status di titolare e capitano della squadra di Allegri, sarà un gioco da ragazzi raggiungere l’ambito primato, senza avere la necessità di ulteriore sostegno da parte della Juventus.

Leggi anche:  Juventus, in arrivo un doppio colpo di mercato. Ecco di chi si tratta

Ma non è il solo traguardo: per l’estremo difensore dalla Juventus il nono scudetto in carriera rappresenterebbe una leggenda. Un altro prezioso primato che sicuramente Buffon non si lascerà scappare. E conoscendolo, di certo non si fermerà solo a questo: c’è una Champions League da vincere. La Juventus ci è andata vicina due volte negli ultimi tre anni. Barcellona e Real Madrid, in ordine di tempo, hanno smorzato a Buffon la gioia di alzare l’ambito trofeo.

  •   
  •  
  •  
  •