Lazio, Strakosha shock: “Non ho mai visto Immobile e Parolo così tristi”

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Lazio
L’esclusione dell’Italia dai prossimi Mondiali di Russia 2018 ha lasciato importanti strascichi in seno alla formazione azzurra. Le lacrime di Buffon e Barzagli davanti alle telecamere nel post-gara ne sono la prova evidente: tutti o quasi tenevano particolarmente a giocare questo Campionato del Mondo, chi per l’ultima volta e chi per la prima. Ad ogni modo resta la consolazione per questi ultimi di rimettersi in gioco al fine di convincere i futuri commissari tecnici a poterli convocare ai prossimi Mondiali in programma tra quattro anni.

Lazio, Strakosha racconta la tristezza di Immobile e Parolo

Tutti gli azzurri reduci dalla perdente sfida playoff sono tornati ai rispettivi club. Certamente scuri in volto, ma vogliosi di riscattarsi con le squadre di appartenenza. Ne è convinto il portiere della Lazio, Strakosha, che, parlando di Immobile e Parolo, soprattutto dell’impressione fatta appena si sono visti a Formello, ha riferito: “Immobile e Parolo erano sicuramente molto tristi e dispiaciuti – ha esordito il portiere della Lazio -. Non ero abituato a vederli così, mai visti Ciro e Marco così tristi“.

Leggi anche:  Milan, Ibrahimovic si difende: “Non sono un razzista”

Strakosha tuttavia è speranzoso: in particolare è convinto che i due azzurri trasformano la rabbia in energia, laddove afferma che “Daranno il massimo“. Continua l’estremo difensore della Lazio: “Questo è normale, il Mondiale è una cosa bellissima. E loro hanno un grande peso perché tutta Italia voleva andarci. Non ci sono riusciti – aggiunge il portiere -, ma ce l’hanno messa tutta. Ho visto la partita, hanno dato davvero tutto ma è mancata un po’ di fortuna“.

In conclusione, Strakosha esprime il suo dispiacere anche per un rivale, ossia Gianluigi Buffon: «Prima di tutto ho mio padre come modello, ma il mio idolo è sempre Gigi Buffon. E’ stato brutto vederlo così triste – aggiunge il numero 1 della Lazio -, per una cosa che tutta Italia si aspettava. E’ stata anche una cosa particolare, perché vederlo così ha messo tristezza secondo me a tutti gli italiani. Meritava una fine diversa con la Nazionale».

  •   
  •  
  •  
  •