Argentina, Messi: “La verità sta venendo fuori, mai messo veti su Icardi”

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui

Dal ritiro dell’Argentina, è il numero 10 più influente del mondo a parlare. Lionel Messi si sfoga e mette, forse, la parola fine a tutti i pettegolezzi sulla nazionale albiceleste.
Il pluri pallone d’oro sbotta e parla di Icardi, Higuain e delle voci che vorrebbero una Seleccion composta solo da “suoi” amiciRido di tutte le cavolate che ho sentito, qui non c’è gente qualsiasi ma del calibro di Mascherano, Di Maria, Biglia. Dire che giocano perché sono amici miei è una mancanza di rispetto verso di me e nei loro confronti. Sono tutte bugie“.

Nell’intervista rilasciata a TyC Sport, Messi decide improvvisamente di togliersi qualche sassolino dagli scarpini. Su Icardi precisa: “Tutte balle, io non ho mai messo veti su nessuno, non fa parte del mio modo di essere”.
Sui presunti amici che giocano con lui nell’Albiceleste commenta: “Dire che giocatori come Mascherano, Biglia, Di Maria giocano con la nazionale perché amici miei è una mancanza di rispetto verso di me e nei loro confronti. Sono tutte bugie”.

Una parola anche per i due argentini della Juventus, Higuain e Dybala. Il 9 della Juventus è il grande assente di questa Argentina. Messi trova il modo di spiegare la situazione del Pipita partendo dall’inizio, da quella finale mondiale del 2014 contro la Germania in cui Gonzalo Higuain fu protagonista, in negativo. “Purtroppo il ‘Pipita’ ha avuto delle occasioni e se la sono presa con lui per questo” e sulla Joya specifica:”Con Dybala non c’è nulla da precisare. Quando ha detto che siamo incompatibili ho capito quello che intendeva dal primo momento“.

Leggi anche:  Serie A femminile, questo fine settimana si disputa l'undicesima giornata

Il campione argentino parla anche del prossimo Mondiale di Russia e fa una promessa: “Se dalla Russia verremo via da campioni, faccio voto di andare a piedi fino al Santuario della Vergine di San Nicolas”. Insomma, dopo 3 finali perse comprese le due in Coppa America, la Pulce troverebbe piacevole la “scampagnata” verso il Santuario.

  •   
  •  
  •  
  •