Milan, 8 partite per tornare in corsa. Bonucci: “Un altro passo falso sarebbe mortale”

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui


Dopo l’ennesima sconfitta in campionato, maturata questa volta contro il Napoli, il Milan e Montella sono in un momento critico della stagione. Le sei sconfitte subite da squadre che la precedono in classifica dimostrano che i rossoneri non sono ancora pronti a competere al vertice con i club che in Italia si giocano i posti Champions e lo scudetto.

Le difficoltà mostrate, a dir la verità, più sul piano del risultato che del gioco, impongono ora al Milan di non fallire più alcuna partita. I prossimi incontri, a partire dal match di Europa League, dovranno far cambiare rotta agli uomini rossoneri. Le prossime sfide contro Torino, Benevento, Bologna, Verona, Atalanta, Fiorentina almeno sulla carta dovrebbero essere abbordabili.
Il Milan ha l’occasione di ridurre il gap per avvicinarsi al quarto posto e non dovrà fallire l’appuntamento con la vittoria. Sei gare decisive quindi su cui basare la propria rincorsa.
Lo sa bene capitan Bonucci che, in vista dei prossimi match, e sul calendario favorevole, carica la squadra ma allo stesso tempo ammette che non dovranno esserci altri errori: “Non possiamo più permetterci un passo falso, sarebbe mortale”.

Ma c’è anche un fattore legato al tecnico Vincenzo Montella. Infatti, secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, la dirigenza sembra aver perso un pò di fiducia nelle scelte del proprio allenatore. Gli uomini di via Aldo Rossi, in particolare il DS Mirabelli, sono rimasti tutt’altro che impressionati dalla prestazione offerta nell’ultimo match contro il Napoli in special modo per alcune scelte di formazione del tecnico campano a cominciare da Borini terzino e l’esclusione di Rodriguez, quest’ultimo dato per titolare fino all’inizio della partita. Locatelli mezzala e la posizione difensiva di Bonaventura non sono state gradite dai dirigenti milanisti e un eventuale passo falso in Europa League ma soprattutto in campionato contro il Torino, potrebbero scatenare turbolenze non gradite a Montella. Gattuso, attuale tecnico della Primavera rossonera, è il principale candidato come traghettatore fino a fine stagione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Lega Pro Girone B: Mantova e Triestina non si fanno male, è 0 a 0 al Martelli