Milan-Elliott, i rossoneri si affidano a Bgb: ecco il piano di Fassone

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Milan-Elliott

Milan-Elliott, Fassone al lavoro

Milan-Elliott, Fassone al lavoro. Giorni di pausa per quanto riguarda il calcio giocato in casa Milan, ma non per quanto riguarda le questione finanziarie del club rossonero. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, ieri il club guidato da Marco Fassone ha un contratto in esclusiva di otto settimane con Bgb Weston, una società di consulenza che ha già affiancato club calcistici in operazioni analoghe, che si è impegnata a trovare la banca o il fondo per rifinanziare sia il debito del club che per coprire il prestito del fondo Elliott. Lorenzo Gallucci, capo del team Bgb che lavora con il Milan chiarisce la situazione:“Da 2-3 mesi abbiamo studiato delle soluzioni alternative a quelle già presentate al Milan in estate”, racconta Gallucci. “Soluzioni che calzassero meglio con le esigenze del club. Sono fiducioso che si possa arrivare a qualcosa di concreto anche prima dello scadere delle otto settimane”.

Il prestito da 303 milioni di euro effettuato da Elliott a Yonghong Li è così suddiviso: 180 milioni (a un tasso dell’11,5%) fanno capo a Rossoneri Sport Investments Lux; 123 milioni (tasso 7,7%) fanno a capo al Milan e rappresentano i 2 bond sottoscritti a maggio da Elliott. Entrambi i finanziamenti hanno come data di scadenza ottobre 2018. Se la proprietà cinese del Milan non dovesse pagare in tempo il debito allora ci sarebbe la possibilità che il fondo americano diventi proprietario del club per una cifra relativamente bassa a scopo di rivenderlo a prezzo maggiorato.

Leggi anche:  Auriemma: "Cuadrado guarito dal Covid e migliore in campo contro il Napoli? La sua cura potrebbe salvare la popolazione mondiale" (VIDEO)

Milan-Elliott, le soluzioni di Fassone

Milan-Elliott, Fassone al lavoro. L’imperativo per l’amministratore delegato rossonero è liberarsi della scadenza ottobre 2018, per operare più serenamente anche sul mercato. L’obiettivo per Fassone è di ripianare il debito con Elliott al massimo per la primavera del prossimo anno. Tra le soluzioni alternative per i rossoneri c’è la Merryl Linch, ma ora con la firma in esclusiva con Bgb è rimasto tutto congelato. Gallucci spiega che la Bgb rifinanzierà entrambi i debiti rossoneri, quello verso Elliott e quello della holding lussemburghese Rossoneri Sports Investments che fa capo a Yonghong Li.

La soluzione identificata rifinanzia entrambi, il finanziamento andava rivisto senza penalizzare il club a naturalmente in un periodo più lungo: da tre a cinque anni”, queste le parole di Gallucci. Il capo del team Bgb si dice molto fiducioso per il futuro societario del Milan, anche perché il brand rossonero si sta rapidamente espandendo in Asia. Situazione dunque che volge al sereno per quanto riguarda la situazione societaria del Milan. Magari queste buone novelle avranno un effetto positivo anche sul rendimento degli uomini di Montella. Almeno questo è quello che sperano i tifosi rossoneri per il futuro.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: