Milan, Robinho condannato a 9 anni per violenza sessuale

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

L’ex attaccante del Milan Robinho è accusato di aver violentato una ragazza albanese 22enne  in una discoteca milanese 4 anni fa: oggi arriva la condanna per il brasiliano.

Robinho accusato di violenza. Tanti tifosi rossoneri ricorderanno Robinho che vestì la maglia rossonera per 4 stagioni vincendo anche uno scudetto nel 2011: non tutti però hanno un bel ricordo di lui. Nel 2013, infatti, Robinho è coinvolto in un episodio di violenza sessuale ai danni di una ragazza albanese all’epoca 22enne: la ragazza conobbe il brasiliano in un locale a Milano attirando l’attenzione dell’attaccante ormai ex Milan. Il brasiliano, prima accompagnò la consorte a casa e poi tornò con gli amici per un incontro in un locale milanese con la situazione che degenerò fino alla violenza sessuale gruppo. Non è la prima volta che l’attaccante brasiliano si trova coinvolto in una situazione del genere: nel 2009, all’epoca attaccante del Manchester City, Robinho fu arrestato con l’accusa di aver violentato una ragazza inglese, poi fu prosciolto dalla procura.

La condanna per il brasiliano. Sulla vicenda ha indagato il pm milanese Stefano Ammendola che, a un anno e mezzo dai fatti, chiese l’arresto per l’ex giocatore del Milan. Dopo quattro anni è arrivata una sentenza: la condanna, per il brasiliano, è di 9 anni di carcere per la violenza messa in atto nei confronti della ragazza albanese. Attualmente, Robinho è in Brasile e milita nell’Atletico Mineiro dal 2016.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: