Milan, Robinho condannato a 9 anni per violenza sessuale

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

L’ex attaccante del Milan Robinho è accusato di aver violentato una ragazza albanese 22enne  in una discoteca milanese 4 anni fa: oggi arriva la condanna per il brasiliano.

Robinho accusato di violenza. Tanti tifosi rossoneri ricorderanno Robinho che vestì la maglia rossonera per 4 stagioni vincendo anche uno scudetto nel 2011: non tutti però hanno un bel ricordo di lui. Nel 2013, infatti, Robinho è coinvolto in un episodio di violenza sessuale ai danni di una ragazza albanese all’epoca 22enne: la ragazza conobbe il brasiliano in un locale a Milano attirando l’attenzione dell’attaccante ormai ex Milan. Il brasiliano, prima accompagnò la consorte a casa e poi tornò con gli amici per un incontro in un locale milanese con la situazione che degenerò fino alla violenza sessuale gruppo. Non è la prima volta che l’attaccante brasiliano si trova coinvolto in una situazione del genere: nel 2009, all’epoca attaccante del Manchester City, Robinho fu arrestato con l’accusa di aver violentato una ragazza inglese, poi fu prosciolto dalla procura.

Leggi anche:  "Vedo tra le favorite l'Atalanta"

La condanna per il brasiliano. Sulla vicenda ha indagato il pm milanese Stefano Ammendola che, a un anno e mezzo dai fatti, chiese l’arresto per l’ex giocatore del Milan. Dopo quattro anni è arrivata una sentenza: la condanna, per il brasiliano, è di 9 anni di carcere per la violenza messa in atto nei confronti della ragazza albanese. Attualmente, Robinho è in Brasile e milita nell’Atletico Mineiro dal 2016.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: