Milan-Uefa, fiducia moderata nei confronti di Fassone

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

Ottimismo in casa Milan per l’esito della richiesta del Voluntary Agreement: Fassone ha incontrato sette commissari uefa per tre ore ripercorrendo il piano societario del Milan.

La richiesta del Milan da parte di Fassone. Fassone, in questi mesi, ha incontrato diversi commissari Uefa sulla sua richiesta del Volutary Agreement-Il piano della dirigenza rossonera è quello di ottenere il via libera da parte della Uefa al nuovo Business Plan per il triennio 2018-2021 ovvero un piano che illustra come la società intende rientrare nelle spese e dei costi effettuati specialmente nell’ultima campagna acquisti estiva. A giugno la società rossonera ha già incontrato la Uefa per il via libera per questa loro richiesta con un rinvio del giudizio: oggi c’è stato un’ulteriore incontro e tra la dirigenza milanese nasce un cauto ottimismo.

Leggi anche:  Ilicic, 100 presenze con l'Atalanta. Le sue lezioni hanno scritto la storia

L’incontro con la Uefa. Dopo il rinvio di Giugno, oggi c’è stato il secondo incontro tra Fassone e la Uefa durato 3 ore dove la dirigenza milanese spiegava il loro piano di rientro per i costi effettuati nell’ultima campagna acquisti. La risposta della Uefa arriverà nei prossimi giorni, ma secondo quanto filtra, sul fronte rossonero emerge moderata fiducia sull’esito positivo della richiesta, anche per via del clima di trasparenza e del livello di approfondimento in cui si è svolto il confronto. Già in precedenza, i commissari della Uefa, avevano ottenuto un dossier di 150 pagine basato su ipotesi più prudenti rispetto a quelle presentate a giugno e dove si spiegano tutti gli scenari di ricavi previsti dal Milan e dalle potenzialità commerciali del club in Cina.

I due possibili scenari. La decisione della Uefa si fa attendere e, in base alla loro risposta, sorgono due scenari importanti: in caso di esito positivo il Milan sarebbe il primo club a ottenere il Voluntary Agreement mentre in caso di esito negativo sarà effettuato un nuovo riesame nel 2018. Si passerebbe da una situazione di Voluntary a un settlement agreement ovvero un patto di patteggiamento con sanzioni: infatti non sarebbe più il Milan a presentare un business plan ma la stessa federazione che imporrà dei paletti per far rientrare i rossoneri nei parametri del Fair Play Finanziario.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,