Napoli in testa e imbattuto con un grande Insigne

Pubblicato il autore: Peppe Fiorino Segui

Lorenzo Insigne torna a sorridere con il Napoli dopo il play-off con l’Italia


Il Napoli di Sarri riprende la corsa, interrotta dal pareggio con il Chievo Verona, soprattutto grazie a Lorenzo Insigne che ha castigato ancora una volta il Milan. Il folletto napoletano è stato protagonista realizzando la rete del vantaggio partenopeo, andando vicino alla doppietta negatagli dal palo e fornendo l’assist per il subentrato Zielinsky che ha siglato il gol vittoria.
La prima rete è arrivata sul filo del fuorigioco su assist perfetto di Jorginho, quasi a confermare che se i due avessero giocato insieme contro la Svezia forse sarebbe stata tutta un’altra storia.
Inizialmente il Milan sembrava contenere senza troppe difficoltà gli attacchi degli azzurri, ma il pallino del gioco lo ha avuto sempre la formazione di Sarri e la difesa alta di Montella ha pagato fino a quando Romagnoli non ha tenuto in gioco l’attaccante partenopeo che si è involato verso la porta di Donnarumma e lo ha trafitto con grande freddezza per l’1-0. Il guardalinee ha alzato la bandierina per segnalare un fuorigioco poi smentito dal VAR, che evita ancora una volta un errore. Il Milan continua a subire i napoletani, anche se Mertens pur correndo molto e riuscendo a sfuggire alla marcatura di Bonucci si dimostra poco lucido al momento di concludere, come accade dopo un uno-due con Insigne: tiro centrale che il giovane portiere rossonero riesce a respingere.
Ancora una volta appare Hamsik il giocatore più sottotono del Napoli e, come accade ormai dall’inizio del campionato, Sarri nel secondo tempo lo sostituisce inserendo Zielinsky: la mossa si rivela azzeccatissima perché è lui a firmare il raddoppio del Napoli, complicando ancora di più la vita ai rossoneri. Il Milan ha cercato per tutta la gara di contenere gli avversari cercando di colpire di rimessa, ma Reina per lunghi tratti è stato spettatore non pagante, a parte un paio di interventi non molto difficili. Solo al 91′ è arrivata la rete del Milan, il gol è stato siglato dal difensore Romagnoli, ma ormai è troppo tardi per aggiustare la partita e arriva per la squadra di Montella l’ennesima sconfitta in uno scontro diretto.

Leggi anche:  Fiorentina-Crotone: quella volta che...i precedenti

Il Napoli ha giocato meglio e ha vinto meritatamente conducendo la partita guidato dalla fantasia del suo uomo simbolo Insigne, il Milan ha cercato di non prenderle e limitare i danni, ma questa strategia non ha funzionato, come non ha funzionato la tattica del fuorigioco.
La corazzata di Maurizio Sarri continua a correre, anche perché non può permettersi distrazioni, visto che le avversarie difficilmente rallentano e anche la Roma è rientrata di prepotenza tra le prime posizioni, vincendo 2-1 nel derby con la Lazio di Inzaghi grazie al rigore di Perotti e alla rete del belga Naingollan.
Il Napoli può continuare a godersi primato e imbattibilità, sperando in un passo falso di Juventus, che scenderà in campo oggi alle 15, e Inter, impegnata stasera a San Siro contro l’Atalanta di Gasperini, anche se queste due avversarie sembrano intenzionate a controllare a vista i partenopei, rendendo più emozionante la stagione di Serie A.

  •   
  •  
  •  
  •