Roma, Nainggolan e l’infortunio pre derby. Radja respinge le accuse: “Ho rischiato a giocare”

Pubblicato il autore: Alberto Manzari Segui

Radja NainggolanDopo essere stato decisivo, in quello che è stato il 185° derby della capitale tra Roma e Lazio, Radja Nainggolan, di gran lunga l’assoluto protagonista del match valevole per la 13° giornata della Serie A Tim 2017-18, ha fatto parlare di sè, non solo per le sue gesta tecniche sul rettangolo di gioco, ma anche sul suo oramai diventato “presunto infortunio” nelle due settimane che avevano preceduto la stracittadina romana.

Una sfida, decisa appunto, dal giocatore belga, che era stato in forte dubbio, però, fino a pochi istanti dall’inizio della partita, a causa di una lesione all’adduttore rimediata durante il ritiro con la sua nazionale, in vista della doppia amichevole contro Messico e Giappone.
Nonostante i comunicati stampa e le dichiarazioni rilasciate dallo staff medico-sanitario della nazionale belga, i tifosi non sono stati però del tutto convinti sulle reali condizioni del giocatore dalla “cresta sul capo”.
Infatti, è stata proprio la sua prestazione “da mille e una notte” a far mettere in dubbio la genuinità delle informazioni emesse dallo staff dei “Diavoli Rossi”.
A far luce, comunque, sulle condizioni del compagno di squadra, ci ha provato anche nell’immediato post-partita, l’esterno della Roma Diego Perotti, che ha esaltato la capacità di Nainggolan nel recuperare da situazioni impensabili per tutti: Ogni volta che si fa male, poi si allena e gioca ancora meglio. Secondo me non è umano…”

A sua “discolpa” è intervenuto, doverosamente alla luce dei fatti e delle accuse rivolte alla sua persona dalla tifoseria belga, in ogni caso, anche lo stesso “Ninja” attraverso il suo profilo ufficiale Twitter, spiegando come avrebbe voluto tanto essere stato impiegato in quelle amichevoli a cui ha dovuto dare forfait, anche per dimostrare di meritare un posto “stabile” nella nazionale, e soprattutto di poter essere utile nella prossima spedizione mondiale: Perché non chiedete ai medici del Belgio se mi sono infortunato? Avreste dovuto vedere le mie lacrime…Ho recuperato durante la settimana nella quale non mi sono allenato, era comunque un rischio scendere in campo ieri. Commenti stupidi, perché sarei voluto rimanere lì per dimostrare di volere il Mondiale”.

Parole sante, quelle del numero 4 giallorosso, che sembra così aver spento le polemiche attorno a lui, dando particolare risalto alla sua muscolatura elastica, che grazie alle dovute cure, è riuscita a farlo recuperare giusto in tempo per il derby capitolino.

  •   
  •  
  •  
  •