Roma, Pallotta è sicuro: “Possiamo vincere lo scudetto”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Mercato Roma Pallotta e Monchi
La sconfitta subita al ‘Wanda Metropolitano‘ contro l’Atletico per 2-0, ha rimandato i festeggiamenti per il passaggio del turno all’ultimo atto della fase a gironi di Champions League: ai giallorossi basterà battere il Qarabag per essere certi, anche con un’eventuale vittoria degli uomini di Simeone in casa del Chelsea, di passare il turno e volare agli ottavi di finale della massima competizione europea. Insomma, la sconfitta europea non fa di certo perdere il sorriso agli uomini di Di Francesco che però, non soddisfatto della prestazione dei suoi di Madrid, ha riprovato i suoi: “Abbiamo commesso troppi errori e siamo stati puniti da una squadra che alla fine ha avuto più rabbia (…) E’ stata una partita equilibrata, fino al loro gol. Peccato, perché nel primo tempo abbiamo recuperato tanti palloni, ma abbiamo sbagliato tanti passaggi sciupando potenziali occasioni. Ci vuole più determinazione, non solo in fase difensiva ma anche nell’ultimo passaggio- aggiungendo- l’euforia fa bene, la presunzione no: dobbiamo essere più cattivi, questa è la lezione di stasera”.

Pallotta non pone limiti:”Possiamo vincere lo scudetto”
Il presidente della Roma, James Pallotta, nell’intervista concessa al periodico statunitense ‘Sport Illustrated‘, non pone limiti alla sua Roma affermando:”Possiamo vincere lo Scudetto, siamo vicini. Credo fortemente in Monchi, Venerdì l’ok per il nuovo stadio”.

Pallotta nell’intervista ha confermato che nei prossimi giorni dovrebbe arrivare l’ok definitivo per la costruzione dello Stadio da parte della Regione Lazio: “Credo che l’ok da parte della Regione Lazio potrebbe arrivare nella giornata di venerdì: per noi sarebbe un bel regalo di Natale, da quel momento tante cose cambieranno”.

Il Presidente della Roma ha anche parlato dei tanti cambiamenti che ci sono stati in Estate, a partire dall’arrivo di Monchi:”Con l’arrivo di Monchi c’è stato un cambio di filosofia nella gestione del mercato, cosa che tentavamo di fare da alcuni anni ormai. Serve ancora un po’ di tempo ma siamo sulla strada giusta. Per fare un esempio: forse in passato la cessione di Pellegrini non ci sarebbe stata, per me sarà uno dei giocatori più determinanti della Roma almeno per i prossimi 10 anni. Vogliamo mandare 5 o 6 ragazzi in prima squadra ogni anno. Ha lavorato 15-16 anni con un’altra squadra, vincendo 5 Europa League con un budget nettamente inferiore al nostro. Ha scelto il nostro progetto nonostante ci fossero società che gli offrivano di più.”

Per quanto riguarda la scelta di Di Francesco: “L’abbiamo scelto per il suo passato romanista ma anche per l’idea di gioco che ha mostrato negli ultimi due anni. E’ un grande gestore: ora ce la giochiamo a viso aperto in casa di una big come il Chelsea. Un tempo magari avremmo pensato ‘Ci risiamo”.

Per quanto riguarda il capitolo Scudetto che, a Roma manca ormai da troppi anni, il presidente Pallotta ha affermato:”Credo che già gli altri anni potevamo vincerlo: se solo due stagioni fa avessimo giocato le prime partite come quelle sotto la gestione Spalletti… Secondo me possiamo vincere lo Scudetto, siamo lì vicini. Crescita della Serie A? Per il gioco visto finora direi che è alla pari con tutti gli altri top campionati”.

  •   
  •  
  •  
  •