Roma, Totti: “Ronaldo? Con me dietro avrebbe fatto più gol”

Pubblicato il autore: Stefano Scibilia Segui

Totti
Francesco Totti
si sta abituando alla sua nuova vita da dirigente sportivo, anche se ha più volte ribadito che smettere con il calcio non è stato affatto facile, specialmente dopo essere entrato a tutti gli effetti nella storia di una società come la Roma. Tuttavia l’ex capitano giallorosso dimostra ancora molto attaccamento ai suoi colori e sopratutto è sempre informato sul mondo del calcio e di avere le idee abbastanza chiare.

In un’intervista rilasciata al “Corriere della Sera” l’ex giocatore ha espresso la sua opinione su chi vedrebbe bene come nuovo capo della Federazione: “Di nomi se ne fanno tantissimi ma a me piacerebbe che a prendere tutto in mano fosse Damiano Tommasi, non solo perche’ e’ un amico ma perche’ e’ giovane, e’ una persona positiva, bella, trasparente, e conosce il calcio italiano. E’ una persona che potrebbe prendere in mano la Federazione“.

Successivamente l’ex capitano giallorosso ha parlato della mancata qualificazione ai Mondiali da parte della nostra Nazionale: “Ho vissuto malissimo la mancata qualificazione ai Mondiali, nessun italiano se l’aspettava. Purtroppo e’ successo, e’ un episodio che ha sconvolto tutto il mondo perche’ vedere un Mondiale senza l’Italia e’ molto strano, fa effetto“. Totti che nella sua carriera ha l’unico rimpianto di non aver potuto mai giocare nella stessa squadra con il fenomeno brasiliano Ronaldo: “Sarebbe stato il mio sogno ma anche il suo, ha fatto tantissimi gol ma con me dietro ne avrebbe fatti di più”.

Infine Totti ha descritto la sua nuova vita fuori dal campo dopo aver concluso definitivamente la sua carriera da calciatore: “Mi imbuco spesso nello spogliatoio, quasi tutte le mattine o al pomeriggio quando la squadra si allena. Sono rimasto in contatto con il mister, con i giocatori, rivivo le stesse sensazioni ma senza spogliarmi…”.

  •   
  •  
  •  
  •