Serie A, cinque squadre in cinque punti: finalmente è tornato l’equilibrio

Pubblicato il autore: antoniopilato Segui


La Serie A 2017/2018 si fa sempre più interessante. I mezzi passi falsi di Napoli e Inter hanno permesso alla Juventus di rientrare in gioco, mentre Lazio e Roma con una partita in meno in caso di successo possono portarsi ancor più vicino.
Al momento la classifica vede i partenopei al comando con 32 punti, i bianconeri a 31, i nerazzurri a 30, i biancocelesti a 28 e i dirimpettai giallorossi a 27. Un equilibrio che non si vedeva da anni, visto che le ultime sei stagioni sono state caratterizzate dal dominio della formazione di Allegri.
Certo dodici giornate non sono del tutto indicative per fare un quadro definitivo della situazione, ma il ritmo impressionante che stanno mostrando queste compagini non si può di certo trascurare.
Napoli e Inter sono ancora imbattute, Lazio e Juventus hanno perso appena una partita e la Roma due, il che testimonia un innalzamento del livello del campionato (almeno per quanto concerne le prime posizioni) e un lieve calo della Vecchia Signora.
Una stabilità che fa rimembrare nella mente dei più nostalgici alle famose sette sorelle di fine anni ’90 e inizio anni 2000, quando il massimo torneo nazionale era davvero combattuto e regalava clamorosi ribaltoni, con squadre che dalla possibilità di vincere lo scudetto, si potevano ritrovare fuori dalla zona Champions League e viceversa.
Ad oggi è decisamente azzardato fare un pronostico su quella che potrebbe essere la classifica finale visto che le “nuove cinque sorelle” sembrano equivalersi anche sui pregi e i difetti.
Juventus e Lazio fanno dell’attacco il loro punto di forza, mentre in più di qualche occasione hanno scricchiolato in difesa. Inter e Roma sono sicuramente meno spumeggianti, ma hanno dalla loro una buona capacità di difendersi (sette le reti subite dalla lupa, nove dai meneghini).
Il Napoli capolista è quella che almeno per ora abbina entrambe le caratteristiche. La squadra di Sarri però, quando non è in giornata (come ieri con il Chievo), non sembra avere le risorse necessarie per portar a casa l’intera posta in palio.
Per i tifosi e per gli appassionati di calcio questo scenario (inimmaginabile fino allo scorso anno) è naturalmente allettante, finalmente è tornato l’equilibrio, con l’auspicio che si protragga il più a lungo possibile.

Leggi anche:  Coppa Italia, dove vedere Juventus-Spal: streaming gratis e diretta tv in chiaro Rai 1?
  •   
  •  
  •  
  •