Serie A, il programma della 12^giornata

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

Serie A news
Siamo giunti alla giornata numero 12 del campionato di Serie A ed il turno si articolerà come di consueto con due anticipi di sabato, il lunch match della domenica come antipasto per il clou del pomeriggio, mentre il posticipo serale farà calare il sipario.
In questo turno, vedremo le quattro squadre di testa impegnate in match tutto sommato semplici sulla carta, ma che possono nascondere delle insidie da evitare assolutamente. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri, in settimana è intervenuto nuovamente polemicamente riguardo la compilazione dei calendari che la lega effettua nel mese di luglio, sostenendo che le modalità con cui vengono sorteggiati debbano essere modificate, in modo che le squadre che giocano le coppe abbiano delle partite più semplici tra una gara di campionato ed una di Champions o di Europa League. Comunque i partenopei domenica pomeriggio saranno impegnati a Verona contro il Chievo reduce da due sconfitte consecutive ottenute contro Milan e Sampdoria, mentre gli ospiti vogliono proseguire la striscia record portando il numero di vittorie da 10 a 11. Il Chievo non batte il Napoli in casa dal 2013, quando i clivensi ottennero la terza vittoria consecutiva contro i partenopei, striscia iniziata nel 2011.
Gli azzurri di Sarri scenderanno in campo conoscendo il risultato dell’Inter impegnata in casa contro il Torino nel match delle 12:30, in uno stadio di San Siro sold out con più di 70.000 spettatori a tifare i nerazzurri che in questo inizio stagione stanno incantando ottenendo risultati positivi (9 vittorie e 2 pari) frutto di un gioco imposto alla perfezione dall’allenatore ex Roma Luciano Spalletti. Entusiasmo alle stelle per i tifosi dell’Inter, non altrettanto per i granata che comunque hanno ritrovato i 3 punti domenica scorsa contro il Cagliari dopo un periodo di crisi iniziato il 23 settembre con la sconfitta subita in casa della Juventus. Sinisa Mihajlovic è ancora a rischio esonero, che potrebbe arrivare in caso di brutta sconfitta contro i nerazzurri.

Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 19.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN

La Juventus sulla carta non dovrebbe avere problemi nel battere il Benevento ancora alla ricerca del suo primo punto in Serie A, reduce quindi da 11 sconfitte consecutive, per quello che è il record nella storia del massimo campionato italiano. Per quanto riguarda la Juve, all’interno della società in settimana si sono materializzate delle vicende spinose, tra cui il caso Dybala apparso appannato e nervoso contro lo Sporting Lisbona mercoledì in Champions League. I bianconeri indosseranno una maglia celebrativa per onorare i 120 anni di storia della Juventus, andando alla ricerca del quarto successo consecutivo cosa che non accade dallo scorso febbraio, quando la striscia di vittorie si interruppe a Udine il 1° marzo.
Anche la Lazio avrà sulla carta un match semplice, in attesa del derby che ci sarà dopo la sosta per dare spazio alle nazionali, dovendosela giocare in casa contro l’Udinese reduce però da due vittorie consecutive ottenute contro Sassuolo ed Atalanta. Ma la squadra di Inzaghi gioca un bellissimo calcio e rinvigorita maggiormente dal successo che ha qualificato i laziali ai sedicesimi di finale di Europa League, potrebbe sbarazzarsi agilmente dei bianconeri allenati da Delneri, che ancora cerca la stabilità dei risultati.
La squadra che però rischia maggiormente di incappare in una sconfitta, o in un risultato negativo è la Roma di Di Francesco, reduce dalla magnifica vittoria ottenuta in Champions League contro il Chelsea di Conte, impegnata in trasferta contro la Fiorentina di Pioli. Il dato curioso della squadra giallorossa, è quello per cui è reduce da tre vittorie consecutive ottenute sempre con il risultato minimo di 1-0 contro Bologna, Crotone e Torino. La Fiorentina domenica scorsa ha perso clamorosamente a Crotone dopo tre successi consecutivi ed è in cerca di riscatto.

Leggi anche:  Probabili formazioni Udinese-Inter: ecco le scelte di Gotti e Conte

Il piatto forte della giornata, comunque, è il derby della lanterna tra Genoa e Sampdoria, che andrà in scena nell’anticipo di domani sera a Marassi. I grifoni si trovano a dover lottare per la salvezza e la panchina di Juric è a rischio dopo la sconfitta di Ferrara, ed il derby contro la Samp, che vuole confermarsi mina vagante del campionato, non aiuta in quanto i blucerchiati non perdono in casa del Genoa addirittura dall’8 maggio 2011 quando una rete di Boselli al 97′ decide il match.
Altra gara da seguire con attenzione è il posticipo serale di domenica, tra Sassuolo e Milan. Partita importante soprattutto per i rossoneri, che in caso di ulteriore sconfitta potrebbero vedere Montella dopo aver ottenuto solo 1 vittoria in 6 partite di campionato e lo 0-0 di Atene in Europa League, non aiuta per niente. I neroverdi vengono dalla sconfitta di Napoli, pur avendo giocato un match discreto e vogliono tornare alla vittoria dopo 2 ko di fila, rimanendo così attaccato alla SPAL impegnata in quel di Bergamo contro l’Atalanta, reduce dalla sconfitta di Udine e dal pareggio in Europa League contro l’Apollon Limassol.
Apriranno la giornata Bologna e Crotone al Dall’Ara alle ore 18 di domani, per una partita da giocarsi prevalentemente per portare a casa dei punti preziosi per alimentare la classifica. I felsinei vogliono tornare al successo dopo 3 ko filati, mentre i pitagorici cercano il colpaccio nel tentativo di ripetere la vittoria casalinga ottenuta contro la Fiorentina domenica scorsa.
Domenica pomeriggio scenderanno in campo anche Verona e Cagliari, in un match che i sardi vorranno vincere per dimostrare di aver superato la crisi nonostante il ko di Torino, mentre gli scaligeri dovranno contenere i danni per non rischiare di compromettere del tutto il discorso salvezza ma soprattutto per evitare l’esonero all’allenatore Fabio Pecchia.

  •   
  •  
  •  
  •