Serie B, risultati 15.a giornata e classifica aggiornata

Pubblicato il autore: Mirko Mantica Segui

Ripartiamo dal Parma, l’altra squadra che condivide il primo posto col Bari. Il risultato finale del match è di 4 a 0 contro l’Ascoli ultimo in classifica. Il primo gol arriva subito con Iacoponi,con un tiro dalla distanza. Primo tempo che potrebbe regalare piú gioie agli emiliani. Gioie che arrivano nel secondo tempo con il tris di gol di Insigne, Baraye e Munari con in mezzo l’espulsione di Addae, per un’entrata con piede a martello su Scavone, e un rigore sbagliato dall’Ascoli con Santini sul 2-0. Il Parma di D’aversa incomincia a prendere forma, e al termina della 15esima giornata si trova là davanti. Ascoli sempre piú dietro.

Dopo un periodo buio, torna a vincere l’Empoli in una partita rocambolesca e ricca di reti. Risultato finale di 5a3 con i padroni di casa subito in vantaggio con l’ex salernitana Donnarumma, che sfrutta l’errore in uscita di Agliardi e sigla il vantaggio. Nel secondo tempo assistiamo alla bellezza di 7 reti. Raddoppia subito Donnarumma su penalty,poi il terzo gol della squadra toscana ha la firma dell’ex Bari Caputo. Tenta di riaprire la gara per il Cesena, Fazzi. Esce Donnarumma dentro Zajc, che impiega 4 minuti per siglare il quarto gol e subito dopo il 5 a 1 firmato da Krunic. Nel finale il duo Jallow e Moncini firmano il 5-3 finale. L’Empoli di Vivarini ora si trova al sesto posto ma a solo due lunghezze da Bari e Parma.

Tra Brescia e Spezia non si va oltre ad un “misero” 1-1. Nel primo tempo partita bruttina con pochissime occasioni.
Nel secondo tempo si vede qualche tiro in piú rispetto al primo. E al 72′ il solito “airone” Caracciolo, con un gran colpo di testa buca la rete avversaria facendo impazzire il Rigamonti. Gioia che purtroppo dura poco per i padroni di casa. Bastano infatti 6 minuti per far si che Ammari, dopo una respinta di Minelli, sigli la rete del finale 1-1.
Nel finale Dall’oglio lascia in dieci la squadra di casa per doppia ammonizione.
Il Brescia di Marino fatica a trovare la via della vittoria che manca da 3 giornate. Spezia che si trova appena sopra della zona playout.

Passiamo ad analizzare quanto successo sabato sera, nel match tra Salernitana e Cremonese.
Il primo tempo è abbastanza equilibrato, a spezzare questo equilibrio è una veloce ripartenza al 34esimo con Bocalon, che semina il panico tra la difesa cremonese per poi servire all’ex perugino Ricci la palla del gol. Secondo tempo combattuto ma al 72′ su una punizione di Castrovilli, arriva l’incornata decisiva di Arini che segna il gol dell’1a1 finale. Cremonese e Salernitana che grazie a questo pareggio si ritrovano appaiate a 22 punti in piena zona play-off.

A chiudere il quadro della quindicesima giornata, tocca a Palermo e Cittadella.
Al Barbera la partita inizia meglio per i rosanero che hanno qualche occasione ma non riescono a sfruttarla. Inizia a uscire il Cittadella e al 43esimo trova il vantaggio con Kouamè, che dopo aver dribblato il difensore imbuca Posavèc, dopo una deviazione. Nel secondo tempo esce il Palermo ma al 65′, un pò a sorpresa, segna di nuovo il Cittadella con Strizzolo. Partita chiusa all’82esimo con Salvi con un gran tiro. Termina dunque 0-3. C’è rammarico per il Palermo che poteva conquistare la prima posizione, ma che si ritrova sempre a meno due dai primi. Grande prova invece per il Cittadella, appena fuori dalla zona play-off.

 

  •   
  •  
  •  
  •