Serie C : Reggina chiamata a far punti, dietro le altre corrono.

Pubblicato il autore: Enzo La Piana Segui

Mentre la capolista Lecce – che riposa – assisterà allo scontro diretto tra Trapani e Catania, che decreterà la vera antagonista dei salentini per la corsa promozione, alle loro spalle la classifica, si accorcia sempre più e ad iniziare a preoccuparsene è anche la Reggina.

La squadra amaranto, si trova ad oggi a metà graduatoria a diciotto punti – miglior  risultato degli ultimi anni – a  – 2 dalla zona play off ed a +4 dai play aut, cifre che da ora in poi dovranno essere incrementate, cominciando a ritrovare quella freschezza atletica e mentale che ha caratterizzato gran parte dell’attuale scorcio di campionato, per recuperare punti pesanti.

Anche se l’appuntamento con i tre punti, manca da oltre un mese, la prossima gara, potrebbe essere un’opportunità da non sottovalutare.

Nella prima domenica del mese di Dicembre, andrà in scena la decima sfida  in terra siciliana tra la squadra dello Stretto e la squadra della “ Città dei Templi “.

Nelle nove gare disputate dai due club, otto sono state le vittorie per i “Giganti “ siciliani ed un pari  per la Reggina, il 2-2 dello scorso campionato.

Per il match in terra sicula, il tecnico amaranto, potrà contare su un reparto difensivo che nel suo asse centrale sembra aver trovato il dovuto equilibrio con Laezza spostato al centro al fianco di Di Filippo, che dovranno confermarsi in termini di prestazione.

Di contro, dalla cintola in su, Cucchietti e compagni, dovranno affrontare la squadra di Di Napoli per la prima volta, in piena emergenza: le assenze del capitano De Francesco e del suo bomber Bianchimano, non sono problemi di poco conto per Maurizi –  il maggior numero di reti li ha messi a segno l’ex Milan ed il capitano ha offerto nel complesso alte prestazioni e non solo in termini di assist – dovrà trovare soluzioni adeguate.

A tal proposito, il tecnico di Colleferro, potrà contare su uno scalpitante Di Livio.

Il talentuoso figlio d’arte, che ancora non ha sfoderato a pieno le sue notevoli capacità tecniche, avrà l’opportunità di esprimersi al meglio, mettendo a disposizione dei compagni, idee e tocchi sapienti – sono nelle sue corde – che potranno essere risolutivi per portare a casa un risultato positivo.

Per questa trasferta insidiosa, il tecnico amaranto – che dovrà fare a meno anche dell’infortunato Garufi – avrà a disposizione il rientrante Mezavilla, atteso ad una prova di sostanza e qualità, mentre in avanti potrebbe essere schierato Sparacello – che avrà dalla sua un’importante opportunità – al fianco di Tulissi, con Silenzi pronto a dare il suo contributo.

Le numerose assenze, anche se importanti, non possono però costituire un’ ostacolo in questa fase della stagione, la squadra del Presidente Praticò non può più permettersi di sbagliare.

  •   
  •  
  •  
  •