Svezia-Italia, Krafth provoca ancora l’Italia: “Per vincere dobbiamo fargli perdere la testa”

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui


Dal ritiro di Stoccolma arriva, nel giorno dell’antivigilia di Svezia-Italia, l’ennesima provocazione agli azzurri di Gian Piero Ventura. Dopo le parole del ct. svedese Andersson che coraggiosamente ha affermato che la sua Svezia batterà l’Italia, questa volta è toccato ad una conoscenza del nostro campionato di Serie A parlare e stuzzicare gli azzurri.

Il difensore del Bologna Emil Krafth, intervistato insieme al compagno di nazionale, il portiere Olsen, ha ammesso ai microfoni dei giornalisti svedesi  che per battere l’Italia bisognerà puntare sulla testa dei giocatori, innervosirli e cercare di approfittarne. ” Se li stressi, diventano nervosi. Dovremo stringerci attorno ai nostri avversarsi e far perdere loro un pò la testa“.

Il giocatore svedese, che potrebbe giocare titolare nella difesa della Svezia vista la squalifica di Lustig, conosce bene il calcio italiano. Milita da ben due stagioni nel  Bologna e ha affrontato spesso gli azzurri nel campionato di Serie A. Proprio sugli azzurri, Krafth si esprime nello specifico su Verratti e Immobile considerati i pericoli numeri uno. L’attaccante laziale “è in gran forma e sempre forte“. Mentre sul centrocampista in forza al PSG, il terzino svedese spende qualche parola in più: “Verratti è il ragno nella ragnatela, molto del gioco dell’Italia passa da lui”, e poi sibillino aggiunge: “Ogni tanto si arrabbia, l’abbiamo visto nel campionato francese. È anche diffidato, bisognerà fargli un pò di trash talk“. Il messaggio, insomma, è chiaro. La Svezia con le buone o con le cattive tenterà in ogni modo di mettere in difficoltà l’Italia.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Probabili formazioni Udinese-Inter: ecco le scelte di Gotti e Conte
Tags: ,