Taddei: “Un giorno tornerò alla Roma. Perdere un derby è sempre molto triste per me e per i tifosi”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui


Ai microfoni di TeleRadioStereo è intervenuto Rodrigo Taddei, centrocampista della Roma dal 2005 al 2014 che alla vigilia dell’atteso derby della capitale ha voluto rilasciare le seguenti parole, toccando vari argomenti che rappresentano l’attualità: “Sì, io amo ancora la Roma, mi manca tanto ed un giorno io ci tornerò. Ne parlo spesso con i miei amici in Brasile, ma in quel club ho lasciato il cuore. Attualmente sto per risolvere delle questioni non legate al calcio, ma a me Roma manca tantissimo. Il mio gol nel derby? Eh, mamma mia… una sensazione bellissima!”

Quanto è difficile abituarsi alla vita una volta appesi gli scarpini al chiodo?
“Bisogna amare questo mestiere se si vuole intraprendere questa strada, è necessario essere pronti a fare dei sacrifici e delle rinunce importanti ma non solo: devi essere atleticamente preparato ed una volta fuori dal campo bisogna essere pronti ad allenarsi anche a casa propria. Al momento io continuo ad allenarmi, ma per il momento non sto giocando in alcuna squadra. Vado in palestra spesso e se non eseguo i miei esercizi poi mi mancano, e poi una volta lì perché non fare una partitella tra amici?”

Cosa significa vivere il derby di Roma?
“Le sensazioni che si provano sono inimmaginabili. Ho capito cosa significa giocarlo nel momento in cui sono sbarcato a Roma, tramite il mio procuratore che mi ha spiegato cosa significa il derby della capitale per i tifosi, poi ho avuto la fortuna di giocarne tanti ed è stata sempre un’emozione unica. Proprio per questo motivo ogni derby perso ha suscitato in me emozioni particolari, rimanevo triste per alcuni giorni consecutivi, ma anche adesso è così. Se non si vince un derby io non dormo di notte perché sento tantissimo il peso della sconfitta. Anche dopo quel gol magnifico segnato dopo il rinvio di Ballotta ho sofferto proprio perché abbiamo perso.
Domani però sarò certamente incollato davanti alla televisione e mi godrò il derby.”

Un altro gol bellissimo è quello realizzato contro la Juventus in rovesciata. Meglio quello o quello di testa delle 11 vittorie consecutive?
“Sono due gol importantissimi, per me hanno un’importanza notevole. Inoltre quando guardo le magliette della Roma mi vengono in mente tantissimi momenti belli che ho trascorso con i miei compagni. Ho trascorso 9 anni tra i più belli della mia vita e devo soprattutto ringraziare Roma e tutti i tifosi.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Supercoppa Italiana, probabili formazioni Juventus-Napoli: ecco le scelte di Pirlo e Gattuso
Tags: