Calciomercato: è iniziato il countdown. I possibili colpi di Juventus, Inter, Milan, Roma e non solo

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

Calciomercato
Ormai è tutto pronto per la consueta finestra di  mercato invernale. Il via ufficiale ci sarà il 3 Gennaio 2018, data a partire dalla quale sarà possibile depositare in Lega i contratti dei calciatori che si intendono acquistare. L’ultimo giorno utile invece sarà il 31 Gennaio 2018 fino alle ore 23:00. Tante sono le squadre di Serie A che già si sono mobilitate per cercare di trovare il rinforzo giusto che possa permettere loro di colmare le lacune evidenziatesi in questi primi quattro mesi di campionato.

Il Milan a dispetto delle altre squadre sembrerebbe essere più attiva nel mercato in uscita. I rossoneri infatti stanno attraversando un periodo interminabile di crisi, dopo un inizio di campionato promettente che aveva disilluso i tifosi, che starebbe portando alcuni giocatori importanti a meditare un clamoroso addio. Su tutti Bonucci sarebbe quello maggiormente indiziato dopo che sono terminate le tante voci che nei giorni scorsi avevano visto come protagonista Gigio Donnarumma. Bonucci in questi giorni sembrerebbe essere entrato nel mirino di squadre come M. City, Chelsea e addirittura si parla di un suo clamoroso ritorno alla Juventus (onestamente improbabile). A far emergere queste suggestioni sono state le dichiarazioni degli allenatori dei  suddetti club; infatti Guardiola nella conferenza di venerdì ha affermato circa la possibilità di acquistare un ulteriore difensore: “Ci proveremo, ma non so se riusciremo a prendere un nuovo difensore perché la finestra invernale è diversa da quella estiva. Dipenderà poi dal prezzo, vedremo”. Poi c’è Antonio Conte che ha già avuto modo di allenare Bonucci alla Juventus e che da Ottobre sta mantenendo vivi i contati con il centrale in forza al Milan monitorando continuamente l’evolversi della sua situazione. Circa quest’ultimo contatto la società ha deciso di presentare un comunicato che potesse smentire queste voci: “Si continua a notare la ricerca di trame oscure dove in realtà non ci sono”.

Calciomercato Juventus, i possibili colpi a gennaio: La Juventus invece è molto attiva soprattutto sul mercato in entrata. Infatti dopo il forte interessamento per Emre Can (la società dovrà decidere se concorrere con le altre pretendenti a Giugno quando il giocatore si libererà a parametro zero, oppure accaparrarselo a Gennaio dovendo però andare incontro a qualche sacrificio economico visto che il Liverpool non intende fare sconti), i bianconeri poi sembrerebbero interessati a Fabinho del Monaco e al terzino sinistro della Roma Emerson Palmieri (giocatore sul quale la Juve aveva messo gli occhi già in estate, ma che non aveva acquistato per le sue condizioni fisiche) il quale verrebbe però acquistato solo in caso di cessione di Alex Sandro. La società sembrerebbe aver raggiunto un accordo con il terzino bianconero che non lo vorrebbe lontano da Torino durante la sessione invernale di mercato ma che posticiperebbe il discorso ad Aprile, quando società e giocatore affronterebbero il tema. Un altro giocatore che potrebbe candidarsi a sostituire Alex Sandro è Spinazzola, ma sarà difficile che l’Atalanta lo liberi già a Gennaio. Poi in queste ultime ore a tenere banco c’è Mehdi Benatia entrato nel mirino dell’Arsenal che avrebbe fatto recapitare alla Juventus un offerta di ben 40 milioni di euro, prontamente rispediti al mittente (almeno così sembra).

Leggi anche:  FA Cup, dove vedere Manchester United-Liverpool in streaming e diretta tv

Calciomercato Inter: Pastore e Deulofeu gli obiettivi. L’Inter di Spalletti sarà un’altra protagonista del calciomercato. Pastore, Mkhitaryan e Deulofeu sono i nomi più volte accostati alla società nerazzurra. La rosa corta è il principale problema di Spalletti in questa stagione, come d’altronde evidenziatosi in queste ultime partite dove l’Inter ha accusato un calo psicofisico importante. Lo stesso Spalletti alla fine del match giocato contro il Sassuolo si è detto insoddisfatto del rendimento di alcuni suoi giocatori ritenendo opportuno fare dei cambiamenti già a partire dal prossimo match. Si ma la domanda sorge spontanea: con quali giocatori il mister sostituirebbe i titolari? Chi inserirebbe al post o di Perisic? Eder? Karamoh? È evidente che la società dovrà mettere mano al portafoglio se vorrà evitare lo stesso crollo vissuto l’anno passato con Mancini. Pastore tra i tanti nomi è quello più gettonato teneno conto anche delle sue dichiarazioni: “Il mio agente ha avuto contatti con il club, ma non è stato raggiunto un accordo. Ci sono delle proposte. L’Inter? È un club che mi piace e a me piacerebbe tornare in Italia”.

Anche la Roma sarà sicuramente attiva durante il calciomercato invernale, nonostante le parole di Monchi (teoricamente ha chiuso a qualsiasi manovra). I nomi caldi sono Darmian nel caso Palmieri dovesse partire verso Torino  e Badelj della Fiorentina, già cercato duranta la scorsa finestra di mercato. Sul fronte cessioni poi ci sarebbe il capitolo Skorupski che, dopo lo strepitoso campionato giocato con l’Empoli l’anno scorso, quest’anno si è trovato come secondo di Alisson non senza qualche malumore. La destinazione che si prospetta per il portiere polacco è Genova sponda rossoblu. Per cui la Roma dovrà necesariamente trovare un sostituto all’altezza.

Leggi anche:  Dove vedere Parma Sampdoria: diretta tv e streaming

La Lazio invece dovrà fare i conti con il caso De Vrij. Il difensore in scadenza di contratto sembrerebbe non intenzionato a rinnovare e tante sono le squadre che si sono fatte avanti per il difensore biancoceleste in Italia e all’estero. Ma non è l’unico giocatore a rischio cessione: infatti anche il serbo Milinkovic-Savic, dopo le eccezionali prestazioni di inizio stagione, è entrato nel mirino dei più prestigiosi club europei i quali però dovranno fare i conti con Lotito che si vocifera abbia già fissato un prezzo stellare ( circa 100 milioni se non di più); si sa che il presidente della Lazio è una persona che non è disposta a contrattare. Vedremo come andrà a finire.

  •   
  •  
  •  
  •