Campionato Primavera 1 – Atalanta e Inter tentano la fuga

Pubblicato il autore: Matteo Deklan Cecchetti Segui

Barrow e Zaniolo spingono in alto Atalanta e Inter

Elia autore del terzo gol

PRIMA DELLA CLASSE – Barrow e Atalanta si dimostrano un binomio vincente e la doppietta del bomber atalantino indirizza sui binari nerazzurri la sfida contro il Bologna. I felsinei però non si arrendono così facilmente e Brignani firma il pari. L’equilibrio  regna sovrano e sul minimo vantaggio bermagasco, Atalanta e Bologna si fronteggiano. I giochi vengono virtualmente chiusi a sette dal novantesimo quando Elia trova la via della rete. Da annotare che il Bologna termina in 9 contro 11, rosso diretto per Ghini e doppio giallo per Brignani.

L’INTER TIENE IL PASSO
– Se l’Atalanta ha in Barrow l’asso, l’uomo della provvidenza in casa Inter hai i tacchetti di Nicolò Zaniolo. Ormai è una piacevole routine in casa Inter. Parte dalla panchina, entra a gara in corso e come già è accaduto è decisivo. Sul traversone dalla destra di Valietti da destra, l’interista appoggia di testa in fondo al sacco. L’Atalanta vola, l’Inter è decisamente sul quell’aero.

Nicolò Zaniolo, stella nerazzurra

 

BIANCONERO DI BRONZO – La doppietta di Marco Olivieri manda in orbita la Juventus che tenta la scalata al vertice. L’attaccante è in forma splendida e al 8′ conclude da due passi in fondo al sacco. Prima del the dell’intervallo Marco Oliveri chiude i conti con un diagonale preciso. Decisamente tardiva la reazione dell’Udinese che solo a tempo ampiamente scaduto dimezza il passivo con Caiazza. Nove i reti per Marco Oliveri sempre più leader carismatico della squadra di Delli Carri.

Il doppiettista Marco OIivieri


TRA FIRENZE E MILANO –
Fiorentina e Milan non si superano e il pari rallenta i piani di rimonta di entrambe le compagini. Gori mette avanti i viola con un preciso tiro dal limite, a dieci minuti dalla fine, ma la squadra di Bigica non ha la forza per mettere all’angolo il Milan e il colpo da K.O. rimane in canna. I ragazzi di Lupi non demordono e al 88′ il tap-in ravvicinato di Murati vale il punto in classifica e il punto a capo della sfida.

ROMA CAPOCCIA – La Roma si avvicina alle primissime posizioni grazie al successo con il minimo sforzo e la massima resa. Il destro dal limite di Marcucci è l’apriscatole e il Chievo Verona fa solo lo spettatore della sfida.

LE ALTRE – Rotonda affermazione dell’Hellas Verona che strapazza il Sassuolo con un secco 3-1. Eppure Kolaj aveva approffittato dell’harakiri difensivo scaligero, trovando il gol del vantaggio, quanto di più effimero. Nella ripresa il minuto 75 coincide con l’inizio della rimonta dei ragazzi di Porta con il pari siglato da Perazzolo. Dagli undici metri Tupta regala il vantaggio. Nel secondo minuto di extratime Danzi fissa il 3-1. Andamento in fotocopia a questo, per la sfida Sampdoria-Lazio. Il colpo lampo di testa di Baxevanos vale il vantaggio. L’ultima della classe si ribella e Tessiore, Gomes Ricciulli e Ejjaki (su rigore) ribaltano la contesa. Balzo quindi in avanti della Sampdoria che aggancia Napoli e Bologna a quota 12. L’intera posta rimane sull’erba dello stadio celebre di Filadelfia. La deadline tra Torino e Genoa è 1-1. Il rigore del genoano Micovschi viene anestetizzato dal solito Butic, opportunista nell’area piccola.

RISULTATI 13ª GIORNATA:
Udinese-Juventus 1-2
Inter-Napoli 1-0
Atalanta-Bologna 3-1
Roma-Chievo Verona 1-0
Sampdoria-Lazio 3-1
Torino-Genoa 1-1
Hellas Verona-Sassuolo 3-1
Fiorentina-Milan 1-1

CLASSIFICA:
Atalanta 30
Inter 27
Juventus 22
Roma* 21
Milan 23
Torino* 19
Fiorentina 19
Genoa 18
Sassuolo 15
Chievo Verona 15
Udinese 15
Hellas Verona 14

Lazio 13
Bologna 12
Napoli 12
Sampdoria 12

*una partita in meno

  •   
  •  
  •  
  •