Chapecoense che impresa. A un anno dalla tragedia, ecco la qualificazione alla Copa Libertadores

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui

chapecoense

Dalla tragedia che proprio un anno fa sconvolse non solo il mondo del calcio con l’incidente aereo che costò la vita a 19 giocatori della squadra, al sogno. La Chapecoense ha stupito ancora. La prossima stagione, infatti, il club biancoverde giocherà la Copa Libertadores, la Champions League del continente sudamericano, per la seconda volta nella sua storia.

La certezza è arrivata ieri, grazie alla vittoria in rimonta sul Coritiba per 2-1, grazie al gol di Tullio De Melo al 95°, che ha significato ottavo posto nella classifica del campionato e quindi il diritto a partecipare ai turni preliminari della competizione. Lo stadio “Barradao” è esploso di gioia al gol di De Melo, passato dal Palermo alcuni anni fa, lasciando un segno tutt’altro che indelebile, suo malgrado.

Leggi anche:  Inter-Milan 2-1, scontro Ibrahimovic e Lukaku: ecco le frasi dette

Lo scorso anno, la federazione sudamericana Conmebol ha assegnato a tavolino alla Chape, la Copa sudamericana. L’incidente aereo avvenne infatti proprio mentre la squadra si stava recando in Colombia, per disputare la finale di ritorno, contro l’Atletico Nacional Medellin, trionfatrice in Libertadores nel 2016. La dirigenza si è subito attivata per ricostruire la squadra dal punto di vista tecnico e, pur con una ferita incancellabile e con grande dolore, si è salvata dalla retrocessione in Serie B anche  se la federazione aveva deciso di non far retrocedere la squadra in ogni caso.

 

  •   
  •  
  •  
  •